Iniziativa locale targata Sel

La campagna nazionale per il Reddito Minimo Garantito, “sbarca” anche nella città del corallo sotto l’egida di Sinistra Ecologia e Libertà. Un’iniziativa nata intorno ad una proposta di legge “popolare”, che intende istituire anche nel nostro Paese, la garanzia di un reddito per tutti coloro che guadagnano meno di otto mila euro l’anno: precari, disoccupati, inoccupati, giovani e donne. Questa proposta di legge, lanciata a giugno sotto forma di una raccolta di firme, terminerà a dicembre con l’obiettivo di raggiungere almeno cinquanta mila adesioni, nella speranza di dare un segnale politico e sociale veramente importante, accendendo i riflettori sul reddito e sulle sue sfaccettature e declinazioni.
“La nostra campagna nasce in concomitanza all’impegno politico per le prossime primarie” dichiara Gabriele Toralbo, consigliere comunale seduto tra i banchi della maggioranza tra le fila di Sel – “ E’ una proposta di legge ma soprattutto una proposta di Welfare che ci avvicina a Francia e Germania. I soldi, inoltre, possono erogarsi anche attraverso una serie di contributi indiretti; ad esempio con la gratuità dei mezzi pubblici, dei testi scolastici o con l’ingresso libero in musei e biblioteche”. L’assessore alle politiche sociali Claudia Sacco, però, invita ad un cauto ottimismo e riporta alla crudele realtà italiana: “ L’iniziativa è certamente importante; è bene ricordare però che al momento le casse dello Stato e della Regione sono quasi vuote. Quello che possiamo realizzare in tempi brevi, invece, è un bando di idee sulle politiche sociali, che faccia emergere le esigenze o i progetti più meritevoli ”.

Marina Miranda




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono