I lavoratori protestano sotto la sede

Torre del Greco – Proteste da parte dei marittimi della Tirrenia, compagnia che va incontro alla privatizzazione. La Tirrenia, infatti, è protagonista di una procedura di vendita che presenta tredici potenziali acquirenti. La situazione di instabilità in cui versano i marittimi cassintegrati, la maggior parte torresi, che lavoravano per la compagnia, ha alzato la tensione del dissenso. I lavoratori hanno protestato sotto la sede della Tirrenia a palazzo Sirignano chiedendo maggiori garanzie, palesando le preoccupazioni per il futuro sia nella fase di privatizzazione che dopo l’ingresso dei privati. La compagnia, infatti, era ricorsa alla cassa integrazione per i marittimi, la quale lascia insoddisfatti i lavoratori preoccupati che sia solo la premessa per una serie di licenziamenti. In seguito alle proteste, i manifestanti hanno ottenuto la possibilità di essere ascoltati mercoledì 9 febbraio a Roma dal presidente di Fedarlinea, Michele Ruggieri, per discutere in un confronto con l’azienda le prospettive future.
Carolina Esposito




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono