Torre del Greco –  Cambiano le norme relative agli ecoincentivi ICBI per trasformare gli autoveicoli a metano o GPL.

Il Comune di Torre del Greco aderisce ad una convenzione sottoscritta da oltre 680 Comuni e dal Consorzio ECOGAS che, dallo scorso 16 novembre, consente ai residenti di Torre del Greco di estendere l’incentivo statale anche ai mezzi privati di classe Euro 4 alimentati a benzina che saranno convertiti a gas. Restano esclusi i veicoli di classe Euro 2.

Gli incentivi previsti, sono i seguenti (fino ad esaurimento di risorse):

€ 500 per installazione impianti GPL su automezzi privati Euro 3 o 4 alimentati a benzina;
€ 650 per installazione impianti metano su automezzi privati Euro 3 o 4 alimentati a benzina;
€ 750 per installazione impianti GPL su veicoli commerciali Euro 3, 4 o 5 alimentati a benzina;
€ 1.000 per installazione impianti metano su veicoli commerciali Euro 3, 4 o 5 alimentati a benzina;

€ 750 per installazione impianti GPL su veicoli commerciali con alimentazione diesel;
€ 1.000 per installazione impianti metano su veicoli commerciali con alimentazione diesel.

“Per usufruire dell’incentivo – spiega Alessandro Tramontano, presidente del Consorzio ECOGAS – il cittadino residente in un Comune aderente ad ICBI deve recarsi presso uno degli installatori aderenti all’iniziativa per la trasformazione del veicolo e l’officina, dopo aver verificato che veicolo ed intestatario della Carta di Circolazione siano in possesso dei requisiti necessari, prenota via internet il contributo tramite la procedura messa a disposizione sul sito www.ecogas.it“.




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono