L’opinione

Iniziamo da ciò che si è assistito allo stadio “Giovanni Paolo II” di Francavilla Fontana: quello che si vorrebbe vedere in tutti i campi di calcio, ma che solo ieri si è visto fare. Non parliamo di un gol straordinario né di una prodezza di gioco , bensì dell’ accoglienza che ieri hanno ricevuto i tifosi della Turris dalla società pugliese: non solo un messaggio di benvenuto e di saluto annunciato dallo speaker dello stadio poco prima dell’inizio della gara, ma addirittura ingresso gratuito per i circa sessanta supporters giunti da Torre del Greco. Un gesto di cortesia ricambiato dai tifosi corallini con un lungo applauso e che, crediamo, meriterebbe un particolare risalto in una categoria dove spesso e volentieri si sente di minacce a calciatori ed arbitri e problemi di ordine pubblico con le tifoserie. Per quanto riguarda il lato prettamente sportivo, la Turris sbanca Francavilla Fontana in quello che era un vero e proprio scontro salvezza e si allontana sempre più dai bassifondi della classifica. E’ stata la Turris del solito Russo che, dopo il palo colpito dai padroni di casa, prima castiga Annunziata dopo un assist al bacio di Vitale, poi serve con uno splendido passaggio di prima Vivona che batte per la seconda volta nel giro di dieci minuti il portiere ospite con uno straordinario tiro a giro. Il Francavilla accusa il colpo, la reazione c’è ma non è così veemente come nel secondo tempo quando i pugliesi hanno chiuso i corallini nella propria area. A quel punto Sorrentino ha sfoderato una grande prestazione e, finalmente, si è vista un po’ di fortuna, quella che è mancata in tante precedenti partite. Quando De Carlo spintona in modo ingenuo Malagnino, non è più Sorrentino a negare la gioia del gol ai pugliesi, ma è la traversa su cui si infrange il penalty calciato da Ferrari. Sul capovolgimento di fronte, però, la Turris potrebbe passare, ma il tiro di Giocondo è respinto da Annunziata che rimette la palla tra i piedi di Giocondo che questa volta preferisce servire D’Ambrosio al centro dell’area, ma il suo tiro è deviato da un difensore pugliese. Continua a cercare il gol il Francavilla, ma è ancora la Turris ad andare vicina alla rete con Russo che ruba palla a Kouyo e a tu per tu con Annunziata prende il palo. Gli ultimi sforzi del Francavilla non producono particolari pericoli e la partita si conclude con il risultato del primo tempo. Fondamentale vittoria, dunque, che mostra i primi miglioramenti apportati dalla società corallina: l’innesto di Cuomo- non ancora al top fisicamente, ma tecnicamente valido- e di De Carlo- ne ha giovato Noviello che, svincolato dalla fase di impostazione, è stato più lucido in fase di marcatura- hanno dato una maggior quadratura ad una difesa che per la seconda Domenica consecutiva non ha subito gol. Il secondo tempo, però, mostra ancora problemi in termini di personalità che si potranno risolvere solo con l’acquisto di un centrocampista di valore in grado di dettare i tempi e dare quell’ esperienza necessaria anche per gestire un doppio vantaggio ed addormentare la parita. Miglioramenti saranno da apportare anche sulla fascia destra: Melcarne in difesa e D’Ambrosio a centrocampo non convincono. Ha convinto invece Vivona che, oltre al gol, ha mostrato buone qualità. Riuscirà la Turris ad uscire dalla zona Play-Out al giro di boa? Si inizierà da Domenica quando al “Liguori” arriverà il Forza e Coraggio dell’ex Pippo Tortora. Verrebbe da dire: forza e coraggio Turris!
Andrea Liguoro




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono