I corallini sfatano il tabù Sicilia e con le reti di Gaglione e Gatti espugnano Vittoria

Se si guardavano i precedenti in Sicilia in questo campionato, non c’era nessun motivo per essere ottimisti: due sconfitte per 1 a 0- con Campobello ed Acicatena- e l’espulsione di un attaccante in entrambe le gare ( e nella seconda perfino di mister La Scala e allenatore in seconda). Ieri, invece, il “tabù Sicilia” è stato finalmente sfatato; e chissà che non sia stato propiziato proprio dal nome dell’avversario di turno: Vittoria. Perfetta la prestazione dei corallini che addirittura a fine gara hanno strappato gli applausi dei tifosi di casa. A segno Gaglione- secondo gol in una settimana dopo quello di Giovedì con l’Ippogrifo- e Gatti- nella foto- alla sua seconda marcatura personale in questo campionato. Favorevoli anche i risultati provenienti dagli altri campi: se si esclude la vittoria della Gelbison ai danni dell’Angri- vittoria che conferma il terzo posto della matricola terribile- pareggiano tutte le altre pretendenti alla serie C. Pareggia il Cosenza in quel di Nocera e pareggi anche per Siracusa e Sibilla rispettivamente contro Ippogrifo Sarno e Casertana. Ma se a Nocera ci si poteva attendere un mezzo passo falso del Cosenza- la Nocerina è pur sempre la sesta forza del campionato- a sorprendere sono stati i pareggi delle altre due inseguitrici contro squadre in piena crisi. Buon per la Turris che ne approfitta- adesso i corallini sono al quarto posto solitari- e allunga sul Siracusa- scivolato al quinto posto- di due punti e rosicchia qualche punto alla Sibilla- sempre seconda- che adesso dista tre punti. Si accorcia anche la distanza dalla capolista Cosenza: dagli otto punti di Giovedì, si è passati a sei. Anche qualche tegola, però, da questa trasferta siciliana: Visciano- uno dei più in forma- è uscito a metà primo tempo per una botta al polpaccio; Solimene- nuovo acquisto che aveva già debuttato Giovedì- è uscito per guai muscolari e si pensa ad uno stiramento; Zangla, che rientrava dopo l’infortunio muscolare rimediato nella gara con il S.Antonio Abate, è uscito ancora una volta per un problema muscolare e potrebbe essere una ricaduta. Inoltre un problema al piede non aveva permesso al bravissimo Cuomo di prendere parte alla vittoriosa trasferta siciliana. Insomma si riempie l’infermeria in una settimana delicata in vista del prossimo attesissimo incontro con la Nocerina all’ “A.Liguori”: uno scontro d’alta classifica tra due nobili decadute. Ma in questa settimana- se non già nelle prossime ore- l’attenzione sarà rivolta anche al mercato: si attendono buone notizie per l’acquisto di un attaccante, come promesso dal presidente Cirillo, dopo la cessione di Pirro all’Ischia. Staremo a vedere.
Andrea Liguoro




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono