Tra nuovi soci e chiacchiere di mercato, si tirano le somme di un ottimo campionato

(a) per gli abbonati o in edicola – Torre del Greco – Alzi la mano chi, dopo le delusioni del doppio confronto di Coppa Italia con il Vico Equense e le prime due sconfitte di campionato, avrebbe scommesso che alla fine la Turris avrebbe addirittura sfiorato i Play- Off. Un campionato ricco di soddisfazioni, però, non nasce mai per caso, ma dalla programmazione e dalla competenza di chi fa calcio non per guadagnare o farsi pubblicità, bensì per passione. E’ il caso di Rosario Gaglione, bravo a togliere dalle mani di Perna una Turris che con il patron del Città di Torre del Greco avrebbe sicuramente disputato un campionato umiliante “stile Pesce”. Il presidente corallino si è poi gettato a capofitto nella nuova avventura dopo essere stato lontano “dal giro” per un po’ di anni. La sua idea di Turris, però, è rimasta sempre la stessa: si diventa grandi solo programmando. Con i fatti. Ecco allora spiegata la gestione del “Liguori”, richiesta fortemente dal presidente corallino sia per restituire al vecchio stadio comunale un manto erboso- naturale o sintetico che sia- degno di tal nome sia perché la gestione dello stadio potrebbe invogliare qualche serio imprenditore ad investire qualcosa. Ecco spiegata la rifondazione del settore Juniores prima e della scuola calcio- per i più piccoli- poi, perché, vista la regola degli under che vige in serie D, se i giovani te li trovi in casa risparmi soldi e tempo. E poi la competenza. Quella di costruire una squadra con una spina dorsale forte: Romagnini, De Carlo e Tortora su tutti non sono state scelte a caso. Gli errori ci sono stati e la scelta degli under ad inizio stagione è l’esempio più lampante. Errori però inevitabili per chi non segue più il calcio in prima persona, ma è competenza anche ammettere i propri sbagli e cercare di rimediare in corsa. Tutto questo con un budget contenuto e non potrebbe essere diversamente per chi è solo ad investire: eppure squadre che hanno speso il doppio della Turris, adesso si ritrovano a fare i Play- Out…

Andrea Liguoro

Articolo già pubblicato sull’edizione cartacea de La Torre 1905 in edicola il 10 giugno 2009




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono