L’opinione

Prendi le parole del presidente Gaglione e di mister La Cava nel dopo partita di domenica scorsa, capovolgile ed ecco la Turris vittoriosa ad Ischia: brava a passare in vantaggio, vicina al gol dopo l’immediato pareggio dell’Ischia, astuta a sfruttare l’errore dei difensori ischitani nell’occasione del vantaggio, cinica nell’occasione del terzo gol di Russo, tenace e fortunata nel difendere il vantaggio fino al quarto minuto di recupero. Non credevano ai propri occhi i cento tifosi giunti da Torre del Greco: quella vista ieri al “Mazzella” di Ischia è stata finalmente una bella Turris per grinta, cuore, carattere ed occasioni create. E forse per i più scaramantici, quella di ieri non è stata una vittoria del tutto inaspettata: due anni fa, infatti, la Turris espugnò il “Mazzella” per 2 a 1 ed anche in quella occasione, come ieri, i corallini erano giunti sull’isola con otto punti in classifica. Romagnini, Tortora- nella foto- De Biase e l’under Coppola a giganteggiare nella gara di ieri, Visciano il solito mastino, bene la coppia De Carlo- Follera, da applausi lo spunto di Piscopo nell’occasione del terzo gol, rimandato l’ esordiente Della Corte, under classe ’90, apparso visibilmente in difficoltà per tutta la gara. Non ancora al top Sasà Sullo, costretto però a giocare dal ventesimo del primo tempo con un fastidio, ma decisivo nell’occasione del primo gol, con una punizione che ha servito alla perfezione la testa di Tortora. Insomma, la prima vittoria in trasferta, che coincide con la seconda in campionato, non poteva capitare in un momento migliore: la miglior medicina per risollevare un ambiente depresso dopo il deludente pareggio di domenica scorsa con lo Sporting Genzano erano i tre punti che consentono ai corallini di uscire, anche se di un sol punto, dalla zona Play-Out. Vittoria fondamentale, si diceva: una vittoria che avrà sicuramente galvanizzato l’intero ambiente, ma da domani si dovrà iniziare a pensare al derby del “Liguori” contro la Nocerina. Un derby d’altra categoria in cui i corallini dovranno dare continuità alla vittoria di Ischia, quella continuità che fino a questo momento è sempre mancata. Staremo a vedere.
Andrea Liguoro




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono