I tifosi in veste di sponsor d’eccezione per avvicinare la città alla propria squadra

Cirillo? No. Visone? No. Tifosi? Sì. Il nuovo “socio” del presidente Gaglione sembra essere quella componente che, a differenza di tanti imprenditori che avevano garantito il loro ingresso in società ma che alla fine hanno fatto un passo indietro, è stata sempre al fianco del presidente: la tifoseria. Parte così una campagna abbonamenti con il retrogusto di azionariato popolare mediante cui la tifoseria proverà a rappresentare una sorta di sponsor d’eccezione in modo da garantire alla società del presidente Gaglione un’ulteriore voce d’entrata in bilancio. Il progetto, però, non vuole essere una colletta per sostenere il bilancio della società: tende piuttosto a sensibilizzare e a riavvicinare una città che ormai da tempo sembra aver dimenticato la propria squadra di calcio. Il progetto “Insieme per la Turris” prevede diverse fasce di contribuzione cui corrisponderà l’attribuzione di una tessera abbonamento per il prossimo campionato, tenuto anche conto del fatto che la società corallina, a differenza dello scorso anno, non promuoverà alcuna campagna abbonamenti. Di seguito il comunicato degli organizzatori del progetto:

Spinti ed accumunati da una passione irrefrenabile, di esperienze al fianco della Turris ne abbiamo vissute tante, ma è adesso giunto il momento di muovere un passo in più. Un passo profondamente significativo. “INSIEME PER LA TURRIS” è un’iniziativa- realizzata grazie al supporto della società (che ha messo a disposizione tessere stagionali per il prossimo campionato pur non intendendo operare alcuna campagna abbonamenti)- attraverso cui noi tifosi, nella veste di sponsor d’eccezione, intendiamo garantire un effettivo supporto economico alla società. Nella sua iniziale struttura il nostro progetto si presenterà come un’atipica campagna abbonamenti, ma la sua funzione- lo ribadiamo- è quella di coinvolgere la città al fine di creare una sorta di salvadanaio a disposizione di chi, animato dalla nostra stessa passione, ha investito e sta tuttora investendo per portare di nuovo in alto i nostri colori. Nella sua fase iniziale- come detto- l’iniziativa verterà essenzialmente sulle tessere stagionali ma, in caso di adeguati riscontri, contiamo di rendere sempre più articolato e composito il nostro progetto. È bene precisare che “INSIEME PER LA TURRIS” non scaturisce affatto dall’esigenza di sostenere il bilancio della società (per nostra fortuna gestita da un presidente estremamente attento alla componente economica oltre che a quella tecnica), quanto piuttosto dall’intento di sensibilizzare e di avvicinare alla Turris l’intera città, specie la sua facoltosa classe imprenditoriale (in parte silente a fronte degli appelli che negli anni le sono stati rivolti). Chiunque voglia sostenere la nostra iniziativa potrà farlo versando la propria quota sulla Carta Postale "POSTEPAY" n. 4023 6005 6165 1532 intestata a Raffaella Ascione.
Queste le fasce in cui abbiamo strutturato il progetto (ma non sussiste alcun vincolo alle contribuzioni):
1) Socio ordinario: € 50,00 (alla quota è associato un gadget Fc Turris 1944);
2) Socio sostenitore: € 120,00 (la quota darà diritto ad un abbonamento per il settore distinti);
3) Socio sovventore: € 200,00 (la quota darà diritto ad un abbonamento per il settore tribuna o distinti).
Coloro che avranno effettuato il versamento dovranno poi fornire le proprie generalità all’indirizzo di posta elettronica insiemeperlaturris@gmail.com, tanto per ricevere eventuali chiarimenti sulla portata del progetto quanto per ottenere ogni informazione necessaria per il ritiro di gadget ed abbonamenti.
Andrea Liguoro




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono