Corallini al quinto risultato utile consecutivo e la distanza dalla vetta si riduce a sei punti

È una Turris in ripresa. Lo dicono i risultati, ma non solo: anche il gioco e la condizione fisica. Elementi che, fino a qualche settimana fa, sembravano latitare. La squadra di Liquidato, a questo punto, deve tentare la rimonta e Recuperare quel gap dalla vetta dovuto al disastroso inizio di campionato. La prova di Ischia, dove i corallini hanno
ottenuto un punto sul campo di una delle pretendenti al salto di categoria, è stata una bella prova di forza. Al “Mazzella”, in verità, con un po’ più di fortuna nel primo tempo- sull’uno a zero, traversa di Terracciano su punizione e salvataggio sulla linea di Scarlato su un tiro di Gilfone- Cosa e compagni avrebbero potuto strappare perfino i tre
punti, ma alla fine, dopo essere stati prima raggiunti e poi superati, il gol di Vacca- nella foto- al novantesimo ha evitato almeno la più classica delle beffe. Proprio il centrocampista corallino sembra essere l’uomo della riscossa. Autore anche del gol del vantaggio che ha spianato la strada alla qualificazione agli ottavi in Coppa Italia contro la Casertana, Vacca si è ripetuto nell’ultima gara di campionato con il Matera, siglando il vantaggio iniziale. Di Cosa, Esposito ed Allegretta- ’93, in rete anche ad Ischia- le altre marcature nel poker rifilato ai lucani che ha regalato ai corallini il quinto risultato utile consecutivo. Guardando la classifica, la vetta- adesso occupata dal Fracavilla- è a meno sei, ma le dodici squadre in sei punti ed il livello mediocre del campionato- non c’è nessuna corazzata in grado di ammazzare il campionato- autorizzano a provare la rincorsa. In tal senso, anche il calendario sembra Strizzare un occhio alla Turris: domenica prossima, infatti, altra sfida interna con il Gaeta- penultimo a cinque punti- Poi, i corallini faranno visita alla Viribus, ultima in classifica. Da adesso, però, sarà vietato sbagliare.
Andrea Liguoro
 
Articolo già pubblicato sull’edizione cartacea il 26 ottobre 2011




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono