La pioggia abbattutasi sulla Puglia, ha reso il campo impraticabile. Si potrebbe recuperare il 31 Marzo

A fermare Ostuni- Turris, ci ha pensato la pioggia. Già da ieri sera e per tutta la mattinata di oggi, la cittadina pugliese è stata colpita dalla pioggia, caduta abbondantemente al punto tale da rendere il campo di gioco un acquitrino. La scena che si è presentata agli occhi del sig. Mangino di Tivoli e ai suoi assistenti ha subito scoraggiato la terna dopo un primo sopralluogo effettuato alle 13.30- nella foto- Nel secondo, effettuato alle ore 14 in compagnia dei due capitani- Russo per la Turris- l’arbitro ha fatto cadere la palla in più punti del campo e ha ritenuto il campo non in condizioni idonee per la disputa dell’incontro. La gara, così, è stata ufficialmente rinviata per impraticabilità del campo. Grande rammarico su tutti i fronti in casa corallina per la decisione presa dal sig. Mangino: Mandragora riteneva la squadra carica al punto giusto per poter fare bene in questa difficile trasferta e magari puntava a cavalcare l’onda dopo il bel pareggio di Francavilla e la vittoria ottenuta in extremis domenica scorsa contro l’Ischia. Scontenta anche la società, costretta a riorganizzare nuovamente la trasferta in terra pugliese con tutte le spese che questa comporta, ed i tifosi corallini giunti ad Ostuni in trenta unità e costretti a fare dietrofont. Per il recupero, le due società avrebbero già individuato come data quella del 31 Marzo: manca, a questo punto, solo l’ok della Lega.
Andrea Liguoro




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono