Teo Caporaso è quinto nella 50 km di marcia in Coppa Europa svolta ieri a Podebrady (Repubblica Ceca) . Dopo aver dominato per i primi 40 km di gara, l’atleta beneventano, tesserato per la società ercolanese Asco e allenato dal torrese Diego Perez dell’Agorà Club, ha pagato una preparazione difficile, per le nuove strategie posturali e tecniche adottate questo anno, chiudendo al quinto posto in 3h52:14, strappando, probabilmente, la qualificazione per i Mondiali che si terranno a Londra ad agosto. Per l’Italia è comunque tempo di festeggiare, infatti a salire sul podio è   Michele Antonelli, che ha conquistato il terzo posto nella gara d’apertura della dodicesima edizione del trofeo continentale. 3h49:07 il tempo del marchigiano. Meglio dell’azzurro ieri hanno fatto solo due ucraini, il vincitore Ivan Banzeruk (3h48:15) e il connazionale Ihor Hlavan (3h48:39). Nono il sardo Andrea Agrusti (3h58:08), mentre il torinese Federico Tontodonati chiude dodicesimo (4h00:39). Nella classifica a squadre l’Italia Team è secondo con 16 punti alle spalle dell’Ucraina (8) e davanti alla Spagna (28). E’ la settima volta in dodici edizioni di Coppa Europa che gli azzurri della 50km conquistano il podio in questa manifestazione.

Nella 20 km femminile, invece, c’è stata una straordinaria Antonella Palmisano, la marciatrice con il fiore nei capelli, si mette la corona in Coppa Europa. Ieri a Podebrady, la 25enne pugliese ha letteramente dominato la 20km femminile con una gara tutta di testa, da autentica protagonista, portata a termine in 1h27:57. Seconda la portoghese Ana Cabecinha in 1h29:44 davanti alla 22enne spagnola Laura Garcia-Caro, terza con 1h29:57. Dedica alla indimenticabile (ieri l’anniversario della scomparsa) Anna Rita Sidoti.




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono