Tutto facile contro il Casagiove. La Turris rifila sette reti ai casertani in una gara senza storia, ma la goleada non basta per conquistare la vetta solitaria. Vince, infatti, anche la Sessana che batte di misura e di rigore il San Marco Trotti. Tutto invariato, dunque, in classifica: Turris e Sessana prime a quarantacinque punti. Così come nove restano le lunghezze dalla terza in classifica, posizione occupata adesso dal solo Ercolano, Turris-Casagiove-2015-Primo-Gol-Majellavittorioso sul campo del Volla (finito al quarto posto). Nella gara contro il Casagiove, Santosuosso riproponeva D’Amico tra i pali; in difesa, novità Gallo (al posto dell’infortunato De Carlo) al fianco di Imparato e soprattutto Somma nel ruolo di terzino sinistro (Liguori a destra). Centrocampo a rombo con Manzo vertice basso, La Montagna e Lordi ai lati, Iuliano dietro il duo d’attacco Majella-Grezio. Nelle prime battute, è un ispiratissimo Iuliano a fare la differenza: suo il gol del vantaggio all’11’ con un pallonetto morbido che beffa Di Caprio. Gara in discesa e nove minuti più tardi è Lordi a raddoppiare. Il Casagiove non è mai pericoloso, lo è invece sempre la Turris quando attacca e così, al 34’, Grezio realizza il terzo gol. Il risultato in ghiaccio già alla fine del primo tempo permette a Santosuosso di far rifiatare Manzo prima e Grezio poi. Si rivede così Ferraro che al 14’ sigla il poker con un colpo di testa sotto porta. Ma non è ancora finita perché sale in cattedra Majella con una doppietta prima al 16’, insaccando dopo aver scartato Di Caprio (nella foto di Salvatore Varo), poi al 33’, con un pallonetto deviato da un difensore casertano. Nel mezzo, gloria anche per La Montagna con la rete del sei a zero. Finisce quindi con sette reti e con il Casagiove non pervenuto. “Non c’è nulla da dire con un risultato del genere, ma adesso subito concentrati per la doppia trasferta con il Campania e lo Stasia – avverte il tecnico Santosuosso, già proiettato ai due prossimi impegni in campionato -. Sono due brutte gatte da pelare e non possiamo sbagliare perché se finissimo sotto la Sessana, questa volta non sarebbe più così facile recuperare”. “Sono convinto che il campionato lo vinceremo noi – confida invece l’attaccante Pasquale Ferraro – e per questo lo scontro diretto del 22 febbraio non sarà decisivo”. Sul suo ruolo di bomber di scorta: “Vivo tranquillamente questo ruolo e cerco sempre di farmi trovare pronto quando chiamato in causa. Ma a prescindere dal ruolo, l’importante è che la Turris vinca il campionato. La vittoria contro il Casagiove ha confermato la bontà di questa rosa”. Per la prima volta dal suo arrivo in maglia corallina, si presenta ai microfoni anche Iuliano: “Particolarmente contento per come sia andata oggi, anche se già contro la Sibilla ero rimasto soddisfatto della mia prestazione. Poi giocare dietro due attaccanti come Grezio e Majella è veramente il massimo”. Sul suo arrivo alla Turris: “Sono sceso di categoria perché so benissimo che questa piazza può essere quella ideale per il mio rilancio. Sono un ’93 e giocare in D con questa maglia potrebbe permettermi di ambire ancora a traguardi ambiziosi”.
Andrea Liguoro
ECCELLENZA GIRONE A – 18° GIORNATA
VOLLA – ERCOLANO 0-2
STASIA – CAMPANIA 2-2
FORIO – GLADIATOR 0-3
TURRIS – CASAGIOVE 7-0
SAN GIORGIO – PROCIDA 2-0
PUTEOLANA – PORTICI 1-0
QUARTO – SIBILLA 3-1
SESSANA – SAN MARCO TROTTI 1-0

LA CLASSIFICA
TURRIS 45
SESSANA 45
ERCOLANO 36
VOLLA 33
PORTICI 24
SAN MARCO TROTTI 24
GLADIATOR 24
STASIA 22
CAMPANIA* 22
PROCIDA 20
FORIO 19
SIBILLA* 19
CASAGIOVE 16
SAN GIORGIO 16
PUTEOLANA 16
QUARTO 15




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono