Genova – Entra in vigore ufficialmente da oggi l’accordo tra FISPES e Panathlon che lega le due istituzioni per un anno alla promozione dell’attività sportiva praticata da persone con disabilità.

La convenzione è stata firmata presso il Palazzo della Regione Liguria di Genovadal Presidente FISPES Sandrino Porru e dal Presidente Distretto Italia Panathlon Federico Ghio alla presenza dell’Assessore allo Sport regionale Ilaria Cavo.

Le due organizzazioni si impegnano ad accrescere la conoscenza delle tematiche dello sport dedicato a persone con disabilità attraverso la promozione di iniziative didattiche, pedagogiche e formative, la definizione di progetti sportivi comuni e lo sviluppo di attività di comunicazione volte a questo scopo.

È stato poi firmato dal Presidente Porru e da Germano Tabaroni, Governatore Area IV Liguria della stessa associazione, l’accordo per il progetto pilota Lanciamoci finalizzato al reclutamento di persone con acondroplasia per la pratica della disciplina dell’Atletica leggera paralimpica, con particolare riferimento alla specialità dei lanci.
Le tappe principali di sviluppo progettuale, oltre a creare una sensibilizzazione importante in materia di accessibilità all’attività sportiva rivolta indistintamente a tutti, riguardano il reperimento ed elaborazione dei dati relativi alla popolazione residente in Liguria, la promozione dell’attività dei lanci attraverso canali di comunicazione web, TV e media, l’organizzazione di incontri presso istituti scolastici e la presentazione dei risultati conseguiti in occasione della FISPES Week, l’evento paralimpico da tenersi nel 2018 in Liguria in cui saranno presenti tutte le discipline sportive coordinate dalla Federazione.

Il Presidente Porru dichiara: “Quest’accordo con il Panathlon è molto importante per noi perché dà ancora maggiore respiro nazionale alla promozione delle nostre discipline paralimpiche e alla diffusione del nostro spirito ‘oltremodoltre’. Ritengo inoltre che l’avviamento di un progetto specificatamente riservato a persone con acondroplasia sia una grande opportunità che apre le porte dello sport a chi normalmente ha scarse possibilità di accedere alla pratica sportiva. Sono particolarmente contento dell’impegno che la città di Genova e la Regione Liguria stanno mostrando verso il mondo della disabilità, dopo il successo degli Europei giovanili paralimpici dello scorso ottobre ed in vista di entusiasmanti appuntamenti sportivi che organizzeremo insieme”.
Germano Tabaroni dice: ““Il progetto propostoci dal Presidente Porru durante gli EPYG di ottobre 2017 a Genova, è stato subito accolto con grande interesse da parte nostra. Nonostante le aperture che ci sono state verso il mondo della disabilità, esistono ancora delle nicchie dove alcune sue forme come l’acondroplasia, vengono vissute con disagio, tanto è vero che non se ne conosce sempre la reale entità numerica sul territorio. Lo sport, con i suoi valori etici. riesce a veicolare il senso di appartenenza, tanto più se a praticarlo sono persone con disabilità, veri testimoni di una tenace volontà a non dichiararsi sconfitti dalla vita. Noi vogliamo impegnarci ad offrire occasioni di sport a questi giovani e alle loro famiglie per arrivare ad una loro piena integrazione sociale”.




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono