Cancellato lo zero in classifica grazie alla vittoria ottenuta contro il Grottaglie

Finalmente un sorriso. Quello che mancava da troppo tempo. Contro un modestissimo Grottaglie, la Turris trova una vittoria fondamentale sotto tanti punti di vista. In primis, per la classifica: i corallini, infatti, cancellano lo zero dalla casella dei punti totalizzati e, dopo tre giornate, lasciano l’ultimo posto in classifica. Aspetto psicologico: la prima vittoria in campionato porterà sicuramente fiducia in un gruppo con il morale finito sotto i tacchetti dopo la clamorosa sconfitta casalinga con il Nardò e quella umiliante di Caserta. Qualche certezza in più, inoltre, dovrebbe averla anche Liquidato: il cambio di modulo in occasione della gara con il Grottaglie ed i relativi benefici sotto l’aspetto del gioco, ma soprattutto del risultato, non sono certo da attribuire al caso. Il neo tecnico corallino ha dovuto abbandonare l’idea del 4-3-3- modulo di cui, onestamente, avevamo visto solo l’idea- e passare ad un più equilibrato 4-4-2 che meglio sembra sposarsi con una condizione fisica ancora scadente- i corallini hanno inspiegabilmente nelle gambe appena sessanta minuti- Oltre al problema fisico, le note stonate sembrano essere anche alcuni acquisti rivelatisi deludenti. Quinto non si è- ancora- dimostrato il centrocampista apprezzato da avversario a Torre del Greco; stesso discorso per Gilfone, troppo spesso fumoso e troppo poco spesso concreto; i due under Speranza e De Palma commettono errori determinanti in fase difensiva. Le note positive, invece, sono il portiere Volturo, ’91, ed i neo acquisti Terracciano ed Esposito- anche se quest’ultimo è ancora lontano dalla migliore forma fisica- Discorso diverso per il bomber Cosa: la condizione non è ancora delle migliori, ma ha dimostrato che, se servito come si deve, non farà rimpiangere i gol di Russo. Domenica, intanto, trasferta impegnativa a Trani: in Puglia, i corallini dovranno confermare che quella con il Grottaglie non è stato solo un episodio.
Andrea Liguoro
 
Articolo già pubblicato sull’edizione cartacea in edicola il 28 settembre 2011




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono