Play off più vicini, i sanniti sprecano un calcio di rigore. Il commissario di campo mette i giornalisti alla porta

La Turris riesce nell’impresa di mettere kappaò la Forza e Coraggio e di portarsi a soli due punti dalla zona play-off, attualmente occupata dalla Valle Grecanica. Fondamentale la doppietta di Gerlando Contino nella prima frazione di gioco, mentre per i sanniti accorciava le distanze l’ex Filippo Tortora. Da segnalare – sul risultato di due a zero per i corallini – il rigore fallito nella secondo tempo da Chiesa: l’argentino calciava sul palo, con il ‘cobra’ Romano già pronto a siglare il tape-in se sulla propria strada non avesse incontrato un ottimo Carotenuto. Il giovane portiere, schierato da Mandragora al posto di Prete, aveva letteralmente compiuto un miracolo sulla conclusione a distanza ravvicinata dell’attaccante ex Avellino. Al di là dell’occasione del rigore, gli ospiti non hanno mai seriamente impensierito la retroguardia corallina, magistralmente guidata da Mariniello. Da segnalare il comportamento assurdo del commissario di campo, il signor Arnone di Bari, che aveva in maniera letteralmente arbitraria cacciato dalla tribuna stampa parte dei giornalisti regolarmente accreditati. Una decisione incomprensibile che ha impedito agli operatori del settore di seguire i secondi quarantacinque minuti di gioco. La gara è stata disputata sul neutro di Arzano in virtù della squalifica del Liguori di Torre del Greco comminata in seguito ai disordini scoppiati il 16 gennaio in occasione dell’incontro Turris – Ebolitana. I corallini torneranno a calcare il sintetico del Liguori già in occasione del prossimo turno casalingo: l’avversario di turno sarà il derelitto Nola, ultimo in classifica con soli 6 punti.
Nino Aromino




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono