Il forte attaccante prelevato dalla Scafatese. Anche Brescia e Pescara sulle sue tracce

Secondo colpo di mercato per la Turris del presidente Gennaro Cirillo: la società corallina, dopo Baldo Somma, si è assicurata anche le prestazioni di Cosimo Sarli, forte attaccante prelevato dalla Scafatese. Classe ’79, Sarli ha realizzato ventisette gol nel campionato appena terminato, sei in Coppa Italia e quattro nella poule scudetto. Un autentico bomber che la società corallina ha voluto mettere a disposizione di mister Pino La Scala per tentare la sfida della promozione diretta in serie C2. La trattativa per Sarli si è conclusa non senza troppe difficoltà: solo nel pomeriggio, mentre il bomber calabrese era intento a raggiungere Pescara per firmare con gli abruzzesi e disputare il campionato di C1, è stato trovato l’accordo tra le due parti, con l’attaccante ex Scafatese che non ha potuto far altro che riscendere lo stivale e uscire al casello di Torre del Greco, dove in serata è atteso a cena con l’intero staff dirigenziale torrese. Sulle tracce di Cosimo Sarli anche il Brescia, formazione che milita in serie B, e tante squadre di serie C e di interregionale: tra queste l’Aversa di Spezzaferri – compagine in odore di ripescaggio tra i professionisti – che avrebbe offerto un consistente ingaggio al bomber. Ma Sarli ha preferito la casacca corallina. E, dopo Somma e Sarli, la società di via Nazionale potrebbe già nella prossima settimana ufficializzare qualche altro colpo di mercato: Tortora – attaccante del Sant’Antonio Abate – e Allocca – difensore della Sibilla Cuma – sono i nomi più ricorrenti. Riflettori puntati anche su Giovanni Iodice, centrale di difesa del Siracusa – ma già ex Turris – fortemente richiesto da mister La Scala.
Nino Aromino




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono