Il ritorno in panchina di Merolla non inverte la rotta: Turris battuta anche dall’Angri

Non poteva concludersi peggio una settimana iniziata nel segno di dimissioni ed epurazioni: la Turris esce sconfitta anche dal "Novi"di Angri con un secco due a zero. Questa volta, però, le contestazioni dei tifosi sono indirizzate solo e soltanto alla squadra. E non potrebbe essere diversamente. Una squadra che anche contro un modesto Angri ha evidenziato le solite lacune caratteriali: mancanza di cattiveria- sportiva, si intende- e personalità, proprio quegli ingredienti necessari per una squadra che vuole puntare alla zona alta della classifica. Cattiveria sportiva: quella che manca ai giocatori corallini sotto porta. Un esempio su tutti: il gol divorato clamorosamente da Cangini nel secondo tempo che avrebbe consentito ai corallini di passare in vantaggio e, sopra di un goal, probabilmente la Turris sarebbe riuscita a portare a casa un risultato utile. Personalità: quella che una squadra tira fuori anche quando subisci un gol. Basta che prenda un gol, infatti, e la Turris è un pugile al tappeto che non è più in grado di rialzarsi. Se a questo poi si aggiungono errori banali come in occasione del primo gol nato da una punizione battuta velocemente a pochi passi dall’area di rigore senza che nessuno lo impedisse, allora la frittata è fatta. Tante cose da rivedere, dunque, per Merolla che forse dovrà cominciare da un lavoro psicologico prima che tattico per risollevare una squadra mentalmente a pezzi. Ed in tal senso non si può certo dire che il calendario aiuti la Turris: domenica, infatti, al "Liguori" arriva la Sibilla che, battendo nell’ultimo turno la capolista Cosenza per uno a zero, si è portata ad appena tre punti dai calabresi. Gara scoppiettante, dunque, quella di domenica: da un lato una Sibilla che venderà cara la pelle per conquistare i tre punti ed eventualmente agguantare la vetta della classifica, dall’altro una Turris alla ricerca di una vittoria per scacciare la crisi.
Andrea Liguoro




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono