Roma – Il prossimo fine settimana si apre la stagione outdoor dell’Atletica paralimpica nazionale.
Nelle giornate tra sabato 7 e domenica 8 aprile si svolgerà la seconda prova della Coppa Italia Lanci2018 a carattere interregionale. Ad Orvieto si ritroveranno gli atleti di Umbria e Marche, Genova accoglierà i lanciatori di Piemonte e Liguria, la Sicilia gareggerà a Ragusa, mentre la Lombardia farà tappa a Brugherio in provincia di Monza e della Brianza.

La Maratona di Roma, in programma l’8 aprile, fa parte del circuito paralimpico del Grand Prix di maratona. Questo format è stato ideato per incentivare la corsa su strada per gli atleti paralimpici e premiare gli organizzatori della corsa più lunga, da sempre molto sensibili alla Para Atletica. La formula del Grand Prix prevede l’obbligo per gli atleti di partecipare alla 42,195 km di Roma e/o alla Padova Marathon del 22 aprile e ad un’altra gara nel periodo autunnale. A fine anno saranno individuati i vincitori per ogni categoria funzionale.

Alla Maratona della capitale, giunta alla sua 24^ edizione, parteciperà per la corsa in carrozzina T53 il campione italiano di specialità del 2017 Alessandro Cicu (Sardegna Sport). Oltre a lui, alla prima volta delle wheelchair sul percorso romano, l’attenzione si sofferma sulla massiccia presenza straniera con atleti T54 del calibro dello spagnolo Rafael Botello Jimenez, che nella sua carriera vanta partecipazioni alle Paralimpiadi del 2008 e 2012 nel mezzofondo e a 80 maratone (PB da 1:22:18). Ci sarà tra gli altri anche il danese Ebbe Blichfeldt che ha un personal best di 1:31:38 ed il francese Alex Adelaide, ex velocista che dal 2016 corre sulle lunghe distanze. In chiave femminile al via sarà presente l’olandese Margriet van den Broek, bronzo mondiale a Doha 2015 nei 400 e 800 e la tedesca AnnikaZeyen, vincitrice di tre medaglie paralimpiche, un oro (Londra 2012) e due argenti nel basket in carrozzina, e ora maratoneta.




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono