Rieti – Giovedì 10 maggio a Rieti FISPES sarà a fianco dell’Associazione Libera di Don Luigi Ciotti nel progetto Libera la natura 2018, finalizzato a sensibilizzare gli studenti delle scuole medie inferiori e superiori di tutta Italia sul rapporto tra sport, natura e legalità.
L’occasione di partecipare ad un evento di così grande portata sociale è per la Federazione un modo per contribuire alla diffusione di una cultura di sport sano e di rispetto delle regole, per combattere l’illegalità presente anche nel mondo sportivo e per promuovere gli Italian Open Championships di Atletica paralimpica in programma allo Stadio Guidobaldi dal 18 al 20 maggio.
Saranno gli atleti paralimpici Monica Contrafatto (Paralimpico Difesa), argento mondiale nei 100 T42 (oggi T63), Andrea Lanfri (Fiamme Azzurre), argento iridato di staffetta 4×100 categoria amputati, Diego Gastaldi (Sport No Limits Firenze), vincitore della Padova Marathon per la corsa in carrozzina T53, ed il vicepresidente federale Antonella Munaro a rappresentare la FISPES nell’incontro con oltre 400 studenti, partecipando alla staffetta di corsa organizzata al Parco Vittime 9 aprile 2009 della cittadina reatina.
La scelta del luogo come cornice della corsa non è casuale: Libera seleziona terreni speciali come un bene confiscato alle mafie e restituito alla collettività, o un luogo di particolare significato per la città ospitante per aggiungere valore civile all’esperienza sportiva. Il Parco è infatti dedicato ai tre ragazzi reatini che sono morti nello studentato universitario crollato durante il terremoto dell’Aquila di nove anni fa.
Gli atleti FISPES e gli studenti si passeranno come testimone di staffetta un pezzo di legno ricavato dai barconi di migranti affondati nel Mediterraneo nel raggiungere Lampedusa.

Gli Italian Open Championships, quarta tappa del World Para Athletics Grand Prix 2018, il circuito mondiale dell’Atletica paralimpica, è organizzato da FISPES in collaborazione con l’Atletica Studentesca Andrea Milardi ed il Comune di Rieti. Ad oggi sono oltre 200 gli atletiprovenienti da tutto il mondo che prenderanno parte al meeting internazionale sulla pista del Guidobaldi, tutti concentrati nella realizzazione dei minimi di qualificazione per gli Europei di Berlino di fine agosto e per gli altri campionati continentali.




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono