Il Carnevale si avvicina e come la tradizione impone è tempo di lasagna: protagonista indiscussa delle tavole napoletane. Primo piatto ricco e squisito ma, ahimè, eccessivamente calorico e poco adatto a chi segue un regime ipocalorico. La ricetta originale, infatti, prevede l’utilizzo di ragù di carne, polpettine, formaggi, besciamella e talvolta, anche salame e uova sode. Chi può resistere? Esistono numerose varianti della versione classica: lasagne con verdure, lasagne al pesto, lasagne con ragù di pesce, lasagne vegane. Vediamo insieme, invece, che sostituzioni effettuare per portare a tavola una lasagna che coniughi gusto e leggerezza.

La SFOGLIA: è possibile utilizzare una versione di semola di grano duro senza uova. In questo modo avremo una base light dalla quale partire.
Ingredienti per 4 persone:
250 grammi di semola di grano duro
Un cucchiaio di olio di oliva extravergine
100 ml di acqua leggermente tiepida
Sale q.b.

La BESCIAMELLA: dona, sicuramente, un tocco di sapore in più alle nostre lasagne…ma quante calorie! È possibile alleggerirla utilizzando latte parzialmente scremato e sostituendo la farina “00” con la fecola di patate ed il burro con olio di oliva extravergine.
Ingredienti per 4 persone:
500 ml di latte parzialmente scremato
50 grammi di fecola di patate
1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
Sale q.b.

Gli strati di pasta possono essere farciti utilizzando ragù di carne macinata di vitello (parti magre) ma rinunciando alle polpettine fritte, al salame e alle uova sode. Va preferita la ricotta di vacca a quella di bufala, via libera all’utilizzo di parmigiano ma con moderazione. Con queste semplici sostituzioni è possibile realizzare una lasagna di gran lunga più leggera della versione classica ma, vi assicuro, altrettanto saporita.

Dott.ssa Elisabetta Casciello Biologa Nutrizionista
Cell: 3713549027
E-mail: e.casciello@libero.it
Facebook: Biologa Nutrizionista Dott.ssa Elisabetta Casciello




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono