Mandorle, noci, pistacchi, nocciole, anacardi, la frutta secca è stata protagonista in queste feste natalizie dove per tradizione viene servita a fine pasto assieme a dolci e mandarini. Questi frutti oleaginosi, però, sono da considerarsi più di uno “sfizio” ma veri alleati della nostra salute.

Vediamo insieme perché non può mancare sulle nostre tavole facendo, però, attenzione alle quantità per non compromettere la linea. Tra le proprietà della frutta secca ricordiamo l’elevato tenore di acidi grassi insaturi della famiglia degli omega 6 importanti per la prevenzione dell’ipertensione e delle malattie a carico del sistema cardiovascolare. E’, inoltre, buona fonte di fibra, fondamentale sia per regolarizzare il transito intestinale che nella prevenzione del diabete di tipo 2.

Il consumo regolare di frutta secca ci aiuta, infatti, a ridurre la concentrazione ematica di colesterolo LDL (colesterolo cattivo) e ad esercitare un’azione antinfiammatoria sul nostro organismo.

Sono ricchi di vitamina E, prezioso antiossidante delle nostre cellule, e di Sali minerali come il potassio e il magnesio ottimi soprattutto per chi pratica sport ed ha necessità di reintegrarli. Apportano buone quantità di folati e di vitamina B6 che ci permettono di controllare i livelli di omocisteina (fattore di rischio per le malattie cardiovascolari) nel sangue. La frutta secca, però, non è per tutti. Per l’effetto lassativo della stessa, è sconsigliato il consumo a chi soffre di colon irritabile, diarrea o aerofagia ed inoltre, ha la capacità di liberare istamina direttamente dal nostro corpo, ragion per cui i soggetti allergici devono fare particolare attenzione. Va considerato infine, che il contenuto calorico della frutta secca oleosa è sempre abbastanza alto, mai inferiore alle 600 kcal per 100 grammi di parte edibile. Ecco perché raccomando di non superare la dose di 20 grammi al giorno per goderne dei benefici senza pesare sulla bilancia.
Dottoressa Elisabetta Casciello (nella foto)
Biologa Nutrizionista

Cell: 3713549027
E-mail: e.casciello@libero.it




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono