SALUTE E BENESSERE

La dermatite seborroica è una patologia cutanea frequente, che interessa soprattutto gli adulti di sesso maschile, ma che può colpire anche le donne o esordire in età neonatale. Si manifesta con chiazze lievemente arrossate e ricoperte di piccole squame untuose, che possono accompagnarsi a lieve prurito. Esse si localizzano tipicamente al viso, in particolare alle sopracciglia, alle pieghe naso-geniene (quelle che vanno dall’ala del naso agli angoli della bocca), al cuoio capelluto, in particolare all’attaccatura dei capelli, al padiglione auricolare, alle regioni retroauricolari e al tronco. Tale patologia presenta andamento cronico-recidivante, nonché una certa stagionalità: peggiora in inverno, mentre in estate migliora o scompare del tutto.
La terapia deve essere scelta dal dermatologo sulla base dell’estensione della dermatitee del grado di
infiammazione. E’ fondamentale evitare l’applicazione di cortisonici, che, sebbene inizialmente determinino
un rapido effetto antinfiammatorio, con il tempo provocano un effetto “rimbalzo” con conseguente
peggioramento della patologia.
Dott.ssa Luigia Panariello Medico-Chirurgo
 
Articolo già pubblicato sull’edizione cartacea in edicola il 20 aprile 2011




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono