BACI E BUGIE

Non pensavo che sarei arrivato a scrivere a una posta del cuore, io scapolo disilluso… forse è solo perché sto vivendo una storia in cui per la prima volta mi sento coinvolto davvero. Anche se ho appena 25 anni mi considero un ragazzo maturo ed indaffarato, visto che faccio la spola tra due città per lavoro e studio. Ho conosciuto Cristina prima dell’estate e dopo un lungo scambio di lettere bellissime e divertenti, scopro che ha un "lui" di quarant’anni, ma nonostante ciò la considero una donna con mille interessi speciali, insomma proprio la donna che piace a me! Non avevo mai provato un’attrazione del genere, sarà forse per questo che abbiamo continuato a vederci…almeno sino a quando non le ho chiesto di costruire un vero rapporto con me che sino a quel momento ero stato solo il suo amante! Finalmente dopo un po’ di tempo passato ad aspettare le sue decisioni sceglie di lasciarlo. Col tempo aumentano le difficoltà per vederci, anche legati alla distanza, allo studio e ai soldi, e come se non bastasse ho qualche piccola crisi di gelosia, forse legata al fatto che mi è stato chiesto il famoso periodo di pausa. Dopo poco ho scoperto che era tornata a vedersi con lui, intrattenendo rapporti tutt’altro che freddi. Allora le ho scritto una lettera piena di odio e disillusione, specificandole il fatto che mi sentissi un burattino. E ho fatto anche l’idiozia di scrivere a lui di questi mesi passati con lei, per avvertirlo della recita in cui sta vivendo. Così finisce la storia con l’unica persona di cui mi sia mai innamorato realmente. So di essermi comportato alla fine come un insensibile e irrazionale, ma la rabbia e il disgusto erano troppo da sopportare, e vederla ridotta a mentire a tutte le persone a cui vuole bene era una cosa che non potevo più sopportare. (Luigi)
 
Hai lottato disperatamente per salvare questo rapporto, hai sopportato situazioni estenuanti, hai aspettato, hai amato nonostante tutto, ma non è bastato. Tutti i tuoi sforzi sono andati in frantumi di fronte all’egoismo di questa donna. Sì perché l’insensibile senza cuore non sei tu ma è lei. Lei che non ha voluto fare una scelta sincera, lei che non ha voluto cogliere l’occasione di venir fuori da una vita di menzogne, per poter finalmente stare accanto a qualcuno che le offriva incondizionatamente il suo amore e che le avrebbe restituito la serenità. Lei non ha voluto e ha preferito l’ambiguità e le bugie che hanno inevitabilmente logorato e distrutto anche quello che di bello eravate riusciti a costruire. Ora nessuno può dirti se hai fatto la scelta giusta o sbagliata, tu hai scelto semplicemente la via della coerenza, sei rimasto fedele a te stesso e ai tuoi sentimenti sinceri. Rifiutando i compromessi non hai sporcato e calpestato il tuo amore e soprattutto hai dimostrato a te stesso e a lei (che però non lo ha capito) che si può amare davvero. E ti garantisco che di questi tempi avere una tale certezza non è da tutti!
Silvia Brasiello




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono