IN CUCINA con Angie Cafiero

Questa ricetta è del mio amico Raffaele Bracale, è tratta dal suo blog. Lui però utilizza il formato di pasta denominato gemelli. Io ho sperimentato questa ricetta con i fusilli, ed il risultato è stato ottimo. Ingredienti e dosi per 6 persone: 6 etti di fusilli, 2 etti di pancetta di maiale tesa ed affumicata tagliati in una spessa fetta poi ridotta a pezzi di cm 5x4x2, 1 bicchiere di vino bianco secco, 3 etti di ricotta di pecora, 1 tazzina di cognac o brandy, 1 cucchiaio di sugna, 3 cipolle dorate sottilmente affettate, 2 bicchieri d’olio d’oliva, sale q.b, 1 etto di pecorino grattugiato finemente, pepe nero q.b., cannella in polvere –un cucchiaino da caffè, 6 peperoni conici
(pípere) di vari colori, 1 spicchio d’aglio mondato e schiacciato Esecuzione: Lavare ed asciugare i peperoni, scapitozzarli del picciolo, aprirli longitudinalmente (eliminare i semi ed eventuali costoline interne) e tagliarli i piccoli pezzi quadrati di 2cm di lato; versare la metà dell’olio in una padella di ferro nero, portarlo a temperatura, dorarvi l’aglio schiacciato che va poi eliminato e friggervi i pezzetti di peperone bagnandoli con mezza ramaiolata d’acqua bollente, salarli parsimoniosamente, pepare e tenerli da parte. In un’ altra ampia padella
versare l’olio residuo ed aggiungere la cipolla tritata facendola dorare a fuoco vivace; dorata che sia, aggiungere pancetta a cubetti e farli rosolare bagnandoli con il bicchiere di vino; unire, pancetta e peperoni fritti e passare il tutto compreso i fondi di cottura ad un mixer con lame da umidi; rimettere in una delle due padelle la crema ottenuta e tenerla al caldo a fiamma dolcissima. Nel frattempo lessare al dente in 8 litri di acqua salata (sale grosso) i gemelli, prelevarli con una schiumarola tenendoli abbastanza umidi e metterli in una zuppiera calda dove precedentemente sia stata stemperata la ricotta con una tazzina di cognac o brandy, addizionata del cucchiaino di cannella in polvere; rimestare accuratamente in modo che i gemelli risultino ben pasticciati, cospargerli con il pecorino ed il pepe ed impiattarli in 6 fondine calde nelle quali siano state messe
alcune cucchiaiate della crema di piperi.




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono