Torre del Greco – Il candidato sindaco Luigi Mele ieri, durante la manifestazione di ieri organizzata dall’associazione Marittimi per il Futuro, ha lanciato l’idea di istituire un assessorato deputato prettamente per tutelare i lavoratori marittimi.
Il corteo di ieri, partito da piazza Trieste a Ercolano, è stato promosso dall’associazione dei lavoratori del mare per gridare a gran voce il rispetto del lavoro dei marittimi italiani.

“Ho partecipato – ha spiegato il candidato sindaco delle sei liste (Forza Italia, Fratelli d’Italia, Noi con l’Italia, Dc Libertas, Partito Repubblicano e Mele Sindaco) del Centrodestra, Luigi Mele – come semplice cittadino, insieme ad altri concittadini, alla manifestazione organizzata dalla associazione Marittimi per il Futuro. A tal proposito – ha continuato -, ribadisco il mio personale impegno e quello dei candidati dell’intera coalizione di Centrodestra alla difesa dei diritti dei lavoratori italiani, così come abbiamo messo al primo punto del nostro programma elettorale. Ma se tutto questo non dovesse bastare – ha chiosato Mele -, proporremo l’istituzione di un assessorato che tuteli i lavoratori del comparto marittimo, mantenendo dunque i riflettori sempre puntati su di loro, persone volenterose e competenti che hanno contribuito non poco all’economia torrese”.

“Io con tutti i miei alleati – ha concluso il candidato sindaco, Luigi Mele – saremo sempre in prima linea per difendere il lavoro dei marittimi torresi. Infatti, se saremo eletti promuoveremo un dialogo più serrato con le istituzioni sovracomunali per eliminare le discriminazioni imposte ai marittimi italiani. Innanzitutto occorre abolire la legge 30 del 1998, prevedendo agevolazioni fiscali solo per gli armatori che imbarcano un numero congruo di marittimi italiani a bordo, e per noi il numero congruo è il 90%”.

 




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono