Un vademecum da consultare prima di entrare nella cabina elettorale

(a) per gli abbonati o in edicola – Torre del Greco – Tante le velleità dei politici locali in vista delle future elezioni regionali, a cominciare da quelle del sindaco Ciro Borriello, per ora il candidato più quotato per il Pdl. Ma a lui, e ad altri probabili futuri candidati alle elezioni che si terranno a marzo 2010, tocca caricarsi del fardello del malcontento scaturito dalla votazione del provvedimento che ha determinato la lievitazione dell’importo delle cartelle Tarsu di circa il doppio rispetto al 2008.
Pubblichiamo l’elenco dei consiglieri comunali di Palazzo Baronale ed i rispettivi voti espressi riguardo il bilancio nella speranza che questi dati possano aiutare il cittadino a prendere una decisione oculata nel momento in cui sono chiamati alle urna.
Consiglieri favorevoli al bilancio

1. Ciro Borriello (Borriello Sindaco)

2. Michele Polese (AN)

3. Vincenzo Izzo (PDL)

4. Ferdinando Guarino (PDL)

5. Gennaro Granato (PDL)

6. Ciro Guida (PDL)

7. Luigi Russo (PDL)

8. Giuseppe Girardi (PDL)

9. Francesco Mirabella (AN)

10. Francesco Gallo (PDL)

11. Felice Gaglione (Gruppo misto)

12. Vincenzo Figliolino (Gruppo misto)

13. Ciro Accardo (Borriello Sindaco)

14. Rosario Luccio (Borriello Sindaco)

15. Vincenzo Maida (Italiani nel mondo)

16. Rosario Rivieccio (MPA)

17. Gentile Carmine (SDI)

18. Giovanni Palomba (IDV)

19. Antonino Lopez (IDV)

Consiglieri che hanno votato contro il bilancio

1. Vittorio Cuciniello (PD)

2. Massimo Meo (UDEUR)

3. Antonio Donadio (PD)

4. Ciro Di Donna (PD)

5. Michele Formisano (PD)

6. Antonio Altiero (PD)

7. Lorenzo Porzio (PD)

8. Vittorio Guarino (Insieme per la città)

9. Catello Esposito (Verdi)

10. Valerio Ciavolino (UDC)

11. Angelo Nocerino (UDC)

12. Alfonso Ascione (UDC)

Articolo già pubblicato sull’edizione cartacea de La Torre 1905 in edicola il 7 ottobre 2009




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono