Il 22 e 23 maggio a Roma il video clip per la canzone Faccio Pop""

La musica è nel suo sangue, scorre forte nelle sue vene ormai da anni e per la gioia di chi lo ascolta con passione e desiderio. Il suo nome è Vittorio Pagano, giovane romano che “canta da sempre”. La musica, infatti, per Pagano è arrivata ancor prima delle parole. Una passione, la sua, quella per la musica, che lo accompagna da quando il giovane artista aveva 4 anni. Da quando, precisamente, nella basilica di San Franesco d’Assisi iniziò a cantare una canzone e tutti i presenti si fermarono, meravigliati, ad ascoltarlo con attenzione e stupore, quasi increduli di ascoltare un tono così particolare. Da adolescente timido, Vittorio Pagano canta da sempre, ma per molti anni l’ha fatto lontano dalle orecchie degli altri. Poi a 16 anni ha finalmente preso il coraggio lasciandosi andare fino a tirare fuori quella che era l’unica cosa che lo faceva sentire davvero vivo: Cantare. Così prende lezioni di canto moderno con Gabriella Scalise nel 2001 e fino al 2004. Poco più che maggiorenne, abbandona Roma, per "cercare se stesso", lontano da tutto e tutti e si dirige a Londra. Compra una chitarra e inizia a scrivere per la prima volta la sua musica. Ed è proprio Londra che diviene lo sfondo di Emme (traccia 4 del suo ultimo disco).

Tornato a Roma, grazie ad un amicizia in comune, avviene l’incontro con Tommaso Sansonetti (batterista): insieme a lui inizia la ricerca di un chitarrista (Massimiliano Forlani) e di un bassista (Pietro Casadei). E’ la genesi di "Maledettamente Tardi", primo progetto di musica inedita.

Il 2006 è il boom di Myspace. Ed è proprio grazie a myspace che conosce la musica dei Cherrysand, band emergente fiorentina che incontrerà. Insieme ad uno componente della band fiorentina, scrive "Ogni Piccolo Perchè": con questo brano partecipa e vince il "Cesaroni Music Star" concorso che ha permesso loro di essere inseriti all’interno della colonna sonora della 3a serie della fiction "I CESARONI".

Nel 2008 conosce Luca Bellanova, pianista, compositore e arrangiatore. Parallelamente al progetto “Maledettamente Tardi” collabora con lui per il suo disco "Memories and Fantasies". Canta per lui: Warm my veins, Falling Down e Warm my veins II.

Nell’ottobre dello stesso anno, divergenze all’interno dei "Maledettamente Tardi portano allo scioglimento della band.

Per un attimo tutto sembra paralizzato, eppure la sua moleskine e la sua chitarra hanno ancora "mille storie da raccontare". Nasce così un progetto solista, dove esprimersi a pieno, avendo piena libertà compositiva.

L’estate del 2009 è l’anno in cui avviene la registrazione di "Faccio Pop" il primo disco autoprodotto. Nell’ambito underground emergente fare musica pop sembra quasi una vergogna, e allora lui lo canta a squarciagola. "Faccio musica pop – dice Pagano -, ascolto Tiziano Ferro, le mie canzoni parlano spesso d’amore, e scrivo usando 4 accordi".

Al momento la band è formata da: Vittorio Pagano: Voce; Massimiliano Forlani: Chitarra Elettrica; Tommaso Scazzocchio: Chitarra Acustica; Luca Bellanova: Pianoforte; Martina Bertini: Basso; Federico Forlani: Batteria e percussioni. Alla domanda “cosa c’è nel suo futuro” Pagano risponde “I progetti futuri sono un bel po’, in primis la promozione di questo disco, portarlo in giro il più possibile, e far conoscere queste canzoni al pubblico. Poi, stiamo per iniziare le riprese del mio primo videclip. Gireremo il 22 e 23 maggio a Roma il video clip per la canzone "Faccio Pop", diretto da Valerio Esposito”.

Non mancano intanto le partecipazioni ad alcuni contest di musica emergente. Il suo motto? “Non mi fermo, non ci fermiamo, abbiamo tutti in tasca un sogno, e non abbiamo intenzione di lasciarlo chiuso con un bottone”.

Per info & contatti: <a href=mailto:vittorio.pagano@live.it">vittorio.pagano@live.it</a>  oppure www.myspace.com/vittoriopaganoproject




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono