Stasera parte il concorso che racconta le bellezze torresi

Torre del Greco – Questa sera, primo luglio, alle ore 21, presso la discoteca "Life" di Torre del Greco, verranno presentate le ragazze che parteciperanno al concorso Miss Corallo, titolo ambito e legato ad uno dei simboli della cultura torrese: il corallo. Intanto sono ancora aperte le iscrizioni al concorso, che stanno avendo luogo in questi giorni, alla ricerca delle miss che formeranno la squadra delle prefinaliste alla conquista del titolo di reginetta della bellezza torrese. La serata, organizzata dall’agenzia di eventi "La Lira Recordings", diretta dal maestro Marco Serpe, con la collaborazione dell’Associazione culturale "Hobbisti Millemani" e dell’atelier Ceralakka della stilista Rosa Visciano, rientra nel cartellone del concorso, che contempla più tappe (la prossima è prevista per venerdì 23 luglio a Valle dell’Orso). Il programma della kermesse, presentata dalla bravissima Filomena D’Auria, prevede momenti di spettacolo e fra i personaggi avrà ospite canoro la talentuosa Anna Chiara D’Auria. Inoltre, durante le serate si parlerà dell’importanza del mangiar sano e del coniugare positivamente il rapporto tra cibi salutari e forma fisica. Gli obiettivi del concorso sono: scoprire volti nuovi per lo spettacolo e dare l’opportunità alle giovani partecipanti di aprirsi un varco nel mondo del lavoro attraverso una professione a cui in tanti ambiscono; valorizzare dal punto di vista turistico il nostro comune, ricco di storia, tradizioni e cultura, infatti nelle varie tappe saranno allestiti stand con artigiani che dimostreranno come si lavorano gli oggetti artigianali; promuovere le giovani leve del panorama musicale e canoro campano, attraveso la partecipazione alla manifestazione. Infine, questa sera sarà inaugurata una nuova sezione del concorso, "Miss Corallo baby", aperta alle bambine di età compresa tra i 5 ed i 10 anni.




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono