Torre del Greco – Domenica 28 maggio si chiuderà la 29esima edizione di “Itinerari Vesuviani – Tramonti in Villa” della Fondazione Ente Ville Vesuviane, che quest’anno ha registrato una media di 400 partecipanti a ogni manifestazione.

L’appuntamento è a Villa delle Ginestre (via delle Ginestre, Torre del Greco): dalle ore 11:00 sulla terrazza panoramica che domina il Golfo di Napoli, sarà allestito un punto di osservazione per la regata velica “Sulle Rotte dei Borbone” organizzata dal Circolo Nautico di Torre del Greco, con un esperto di vela che illustrerà ai visitatori le varie fasi dell’evento, i percorsi, le caratteristiche delle barche; dalle ore 17:30, le associazioni Amici delle Ville e dei Siti Vesuviani e “Anna Jervolino” Orchestra da Camera di Caserta hanno organizzato una visita guidata alla villa che ospitò Giacomo Leopardi, a cura dell’architetto Celeste Fidora; dalle ore 19:30 nel teatro di verzura, aperitivo e spettacolo “Antonio De Curtis… in arte Totò: Le Poesie di Totò diventano ballate”, storico titolo del 1981 con oltre 500 riprese nel mondo, con musiche di Franco Nico e con Pina Cipriani voce, Egidio Matrominico violino, Marco Gesualdi chitarra e Giacomo Pedicini basso

L’Eav garantirà dalle 17 un collegamento autobus fra la stazione “Leopardi” della Circumvesuviana e la villa. Parcheggio presso la Scuola Camaldoli in via Giovanni XXIII.

Partecipazione gratuita con prenotazione obbligatoria: prenotazioni@villevesuviane.net

INFO: Villa Campolieto (lunedì-venerdì ore 10-13) – tel. 081 7322134

Villa delle Ginestre (martedì, giovedì e venerdì ore 10-13) – tel. 081 0481245

Villa delle Ginestre, Torre del Greco: alle falde del Vesuvio, affacciata sul Golfo di Napoli, fu dimora di Giacomo Leopardi tra il 1836 e il 1837, che qui compose “La Ginestra” e “Il Tramonto della Luna”. Fu edificata sul finire del ‘600 e fu ereditata nell’Ottocento da Enrichetta Ranieri, sorella di Antonio, l’amico intimo del recanatese. Dal 1962 è di proprietà dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”. Nel 2012 è stata affidata alla Fondazione Ente Ville Vesuviane che ne ha curato il restauro. La villa ospita un percorso espositivo e multimediale, e ancora l’arredo originale con mobili e suppellettili del Leopardi, della stanza da letto che era anche il suo studio. Nello spazio esterno ha sede il teatro di verzura da 400 posti.

Cultura Eventi



Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono