TEATRO

Il gruppo teatrale "I tutti esauriti", dell’Associazione culturale “I colori dei fiori”, ha inscenato dal 16 al 19 giugno la comicissima farsa in due atti dal titolo “Don Pascà passa ‘a vacca, Te fa acqua ‘a pippa” di Gaetano Di Maio (regia di Vincenzo Vitiello). Le quattro serate di sano e gioioso divertimento si sono svolte presso la Tendostruttura parrocchiale “Giovanni Paolo II”. La trama della commedia trae origine da un motto popolare, molto in voga nei periodo di crisi economica tra la gente dei “vasci”: “Passa ‘a vacca” come per dire “per me c’è solo fame”. Tale motto si diffuse tanto in fretta da divenire un modo per salutarsi; si diceva: “Passa ‘a vacca”, e i rimando, l’amico conoscente rispondeva: “ T e fa acqua ‘a pippa. Il testo originale di questa commedia risale al 1873, scritto dal grande Antonio Petito. Il numeroso pubblico accorso allo spettacolo ha gradito e apprezzato l’abilità recitativa degli interpreti, dei quali molti erano alla loro prima esperienza, come Ciro Nappi, nel ruolo di Ciccillo, e Federico Testa, in quello di Cesarino; confermata la bravura di Susy Piezzo, nel ruolo di Concetta, di Lucia Pinto, nel ruolo di Miss Rosy, e di Ciro Ascione, nel ruolo di Gennarino.
 
Articolo già pubblicato sull’edizione cartacea in edicola il 29 giugno 2011




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono