Il 25 novembre sarà la giornata mondiale contro la violenza

“Donne che parlano di libertà”: è stato questo il titolo della XIII “Conferenza internazionale contro la violenza di genere”, in programma a Roma dall’11 al 13 ottobre, promossa da WAVE (Women Against Violence Europe), Associazione Nazionale D.i.Re (Donne in Rete contro la violenza) e Associazione Differenza Donna. contestualmente, anche a Torre del Greco, l’Assessorato alle Pari Opportunità ha organizzato una serie di attività di sensibilizzazione sul tema. “Recenti indagini statistiche – spiega l’Assessore Sofia Flauto – evidenziano come in Italia almeno sei donne su cento abbiano subito violenza prima dei sedici anni. Nel 23% dei casi, gli aggressori sono parenti: questo significa che la violenza ha spesso un nome, ma non è sufficiente a stanarla. Ecco perché è necessario costruire, a partire dalle scuole, una nuova cultura del rispetto dei diritti universali. Bisogna puntare sul consolidamento della sicurezza urbana, realizzare città amiche, dove il desiderio di sentirsi sicure diventa una realtà. Ritengo sia giunto il momento di favorire lo sviluppo di politiche di sostegno alle donne che hanno avuto il coraggio di denunciare”. Ed è in questa prospettiva che l’Assessorato alle Pari Opportunità del comune corallino ha promosso, per i giorni 11, 12 e 13 ottobre, una serie di workshop presso gli istituti scolastici del territorio. La psicologa Rossanna Palomba, la grafologa Antonella Pedone, e la stessa Sofia Flauto , in qualità di mediatrice familiare e criminolga, hanno tenuto incontri di formazione interattiva con docenti, alunni e genitori di alcune scuole torresi. “L’intenzione – aggiunge l’Assessore Flauto – è stata quella di offrire consigli mirati su come riconoscere un bimbo abusato o segni di disagio personale, attraverso un tratto grafico e un disegno. Suggerendo, allo stesso tempo, come comportarsi e a chi rivolgersi”. Incontri specifici di sensibilizzazione sono stati programmati anche con
gli alunni delle scuole medie e superiori: attraverso giochi di ruolo e tecniche psicologiche, si cercherà di affrontare il tema della violenza e le sue conseguenze. All’iniziativa hanno partecipato le scuole elementari “Nazario Sauro” e “VIII Circolo”, le scuole medie “Angioletti” e “Colamarino – Sasso”, il Liceo Classico “De Bottis”, l’Istituto d’Arte Degni e l’Istituto Tecnico “Panataleo”. “Questi incontri – conclude l’Assessore Flauto – costituiranno anche la premessa al 25 novembre, giornata mondiale contro la violenza sulle donne, tema per il quale questo Assessorato è particolarmente sensibile ”.
Maria Panariello
 
Articolo già pubblicato sull’edizione cartacea il 26 ottobre 2011




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono