“Italia Marittima, quale futuro”. Questo il titolo del convegno in programma oggi, lunedì 19 giugno, alle 18 all’hotel Poseidon di Torre del Greco. Una tavola rotonda promossa ed organizzata dall’associazione no profit “Marittimi per il Futuro” con operatori del settore, esponenti politici e rappresentanti delle istituzioni per accendere nuovamente i riflettori sulle problematiche del comparto marittimo e sul futuro della categoria. Un’iniziativa voluta dall’associazione dopo la mobilitazione nazionale a Roma lo scorso 3 maggio che ha visto scendere in piazza 3 mila marittimi provenienti da tutta Italia per chiedere l’immediata applicazione dell’emendamento del senatore del Pd Roberto Cociancich che prevede incentivi solo per le compagnie armatoriali che imbarcano personale italiano o comunitario. Un’occasione alla presenza di illustri relatori per fare il punto della situazione ed analizzare la situazione del comparto dal punto di vista normativo, occupazionale e sul piano della formazione. L’associazione no profit “Marittimi per il Futuro” nasce a Torre del Greco il 5 marzo 2016 per salvaguardare il lavoro marittimo e dare voce ai lavoratori del mare. Il Compartimento Marittimo di Torre del Greco conta oltre centomila iscritti nelle matricole della gente di mare, il lavoro del mare è stato uno dei settori portanti dell’economia di questi territori e oggi vive una forte crisi.
Al dibattito interverranno l’armatore Vincenzo Onorato, vice presidente della Fedarlinea che da tempo porta avanti la sua battaglia a difesa dell’occupazione dei marittimi italiani, il senatore del Pd Roberto, il sindaco di Torre del Greco Ciro Borriello, il comandante della Capitaneria di Porto Fabrizio Di Maggio. Parteciperanno, tra gli altri, gli onorevoli Ernesto Carbone del Pd e Luigi Gallo del M5S e rappresentanti sindacali.




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono