Cronaca

Ancora una scossa per il comando della polizia municipale di Torre del Greco: M.C., vigile urbano 60enne torrese, è finito nelle indagini della Procura perché, secondo l’accusa, avrebbe favorito la latitanza di un malvivente, poiché pizzicati in una stessa abitazione . Al momento, però, l’accusa sembra essere finita in una bolla di sapone. L’agente municipale corallino è infatti a piede libero, su decisione del Tribunale, perché al giudice non è sembrato opportuno applicargli alcuna misura cautelare fino alla fine del processo. Dopo questa parentesi, il vigile 60enne ha potuto pure riprendere servizio presso il Comando di Palazzo La Salle a Torre.
Ciro Pappalardo

 
Articolo già pubblicato sull’edizione cartacea in edicola il 7 dicembre 2011




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono