La proposta

Visto che la politica non riesce a trovare un’effettiva soluzione al problema immondizia, c’è qualcuno che ne ha scovata una divertente e alquanto bizzarra, purtroppo poco realizzabile. Durante le prime luci della sera di sabato scorso, è apparsa un’istallazione sulla scogliera dell’ultimo lido della litoranea di Torre del Greco: si tratta di una fionda di legno, alta circa 2,50 metri, tesa dal peso di un sacchetto di rifiuti, a mò di lancio verso il mare. Provocazione, dissenso alla cattiva organizzazione statale, malcontento cittadino: questi, forse, i motivi che hanno spinto l’anonimo artista a dar vita all’opera inconsueta e, in un certo senso, a dar voce ed esprimere l’insofferenza alla questione attraverso un’ironica e geniale sfida alle competenze comunali.
Data la posizione in cui si trova, il misterioso "scultore" ha dovuto portare l’attrezzatura via mare e compiuto, poi, il lavoro una volta arrivato sugli scogli. Eppure nonostante il vociferare delle persone che passeggiavano nella zona, l’arguta missione non ha lasciato traccia del realizzatore. Inosservata, certamente, non passerà: l’imponente e originale composizione si erge sul mare del litorale torrese, ben visibile dalla strada. In attesa di notizie sull’anonimo autore, la fionda continua a destare simpatia e curiosità nei passanti. Che sia questo un nuovo modo di dire la propria?
Gabriella Seme

>Abbonati a La Torre dal 1905 <
Fonte:  <a href=http://www.ephemerides.it">www.ephemerides.it</a>    <a href="http://www.ephemerides.it/dblog">partecipa al blog di ephemerides</a>"




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono