La Regione Campania mette la città nell’angolo: non la include nei destinari dei fondi per la realizzazione di progetti

(a) Torre del Greco – Mortificata e per nulla degna di attenzione: così ne è uscita Torre del Greco dopo la concessione dei contributi emessi dall’amministrazione regionale della Campania. Il territorio torrese, infatti, sebbene conti circa 90 mila abitanti e rientri –ancora per poco- tra le cinque città campane più popolate, non risulta nell’elenco dei comuni destinatari di somme di denaro per la realizzazione di opere e progetti sul territorio locale. Soldi che non arriveranno e che, quindi, non consentiranno di dotare la città di ulteriori servizi per il cittadino. Una mortificazione, giunta proprio nei giorni scorsi, che pesa come un macigno per un territorio sul quale già non mancano difficoltà di vario ordine e grado. Tra queste: l’economia locale (sempre più in declino e mai incentivata), il rilancio del territorio (che non avviene mai e forse difficilmente avverrà), il turismo (quasi inesistente e comunque mal sfruttato), la disoccupazione e soprattutto quella giovanile (che ormai spinge solo a lasciare la città per andare a vivere altrove e a porre lontano le radici delle future famiglie), la vivibilità (sempre meno sostenibile). L’elenco potrebbe andare avanti all’infinto, perché la sfilza delle cose che non vanno e che mon ottengono vera e giusta attenzione dalla politica locale è lunga. Molto lunga. A tutto questo oggi si aggiunge anche l’emarginazione a livello economico e regionale. In pratica: un vero e proprio scacco matto inatteso anche per dell’amministrazione torrese. “È inaudito, assolutamente inaccettabile che l’amministrazione regionale della Campania ancora una volta ci mortifichi, nonostante i tanti progetti di fondamentale importanza presentati”: sono le parole amare del primo cittadino, Ciro Borriello, che continua: “Un disinteresse ed un’offesa che tocca fortemente non solo la mia Amministrazione, ma soprattutto l’intera collettività torrese. Anzi, è l’ennesima mortificazione per gli imprenditori, i produttori di tutte quelle piccole e medie imprese della lavorazione del corallo e della floricoltura, dei ristoratori e dei tanti artigiani che con notevoli difficoltà ancora investono a Torre del Greco”. Tra i progetti di cui si vanta il sindaco: la realizzazione di
una nuova sede per il Comando della Polizia Locale e di un Info Point, sportello informativo turistico ricettivo. “Nonostante la miopia regionale –conclude Borriello-, la nostra Amministrazione realizzerà l’opera del nuovo Comando della Polizia Locale, ovviamente con le proprie fonti di finanziamento”.
Mariella Ottieri
Articolo già pubblicato sull’edizione cartacea in edicola il 3 marzo 2010




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono