In manette due malviventi, è caccia aperta al terzo complice

Attimi di panico in pieno centro stamane a Torre del Greco. Sono circa le 10 del mattino quando tre malviventi, col chiaro intento di mettere a segno un colpo illecito, bussano ad un’abitazione nei pressi di Piazza Santa Croce.
Sentito il campanello suonare, ad aprire la porta è una giovane donna. A quel punto, la donna vede un uomo che indossa dei guanti. Immediatamente avverte il pericolo e comprende che lo scenario non promette nulla di buono. Prontamente prova a chiudere la porta ma il malintenzionato fa ostruzionismo. A quel punto, incuriosito ed insospettito, interviene il marito della donna, anch’egli presente in casa, e con un colpo deciso serra la porta di casa, lasciando fuori i malviventi.
Dell’accaduto se ne accorgono anche i vicini che allertano le forze dell’ordine.
Intanto i tre uomini iniziano a scendere le scale e cercano di fuggire per far perdere le loro tracce ma la loro fuga viene interrotta da alcuni abitanti della zona che li fermano e malmenano. Dei tre, però, uno riesce a scappare.
Sul posto arriva la polizia e, naturalmente, arresta i due uomini bloccati. Di questi due, uno viene portato all’ospedale vittima della reazione di quanti sono accorsi sul posto e di quanti vi erano presenti. Gli agenti, oltre ad effettuare i primi rilievi del caso, controllano il contenuto di una borsa che i malviventi hanno in spalla, secondo forti indiscrezioni al suo interno trovano due mitragliette, delle corde e del liquido soporifero.
I protagonisti della vicenda sono italiani e, probabilmente, sono giunti in città da Secondigliano. Le indagini, intanto, sono ancora in corso: gli inquirenti lavorano per ricostruire la dinamica dell’accaduto e cercare di rintracciare e catturare il terzo complice.

Antonio Civitillo




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono