Dubbi e rincari

(a) Torre del Greco – L’assessore Ferdinando Guarino, con deleghe alla Nettezza Urbana e al Verde Pubblico,
risponde alle domande de “La Torre”.
Dall’1 aprile, per la raccolta rifiuti si ritornerà al vecchio sistema d’appalto integrato. Perché questa decisione?
“Il contratto attuale con la ditta “F.lli Balsamo” prevede soltanto la raccolta dell’umido, indifferenziato e dello spazzamento strade; mentre il nuovo appalto vedrà l’azienda vincitrice occuparsi sino al dicembre 2011 dell’intero ciclo della raccolta differenziata, comprese plastica e carta. Tutto questo per cercare di migliorare il servizio”.
Perché non è stata accolta l’idea del Sindaco di applicare sui sacchetti dei codici a barre, così da pagare solo
per quanto si inquina?
“Tale sistema viene usato soprattutto in comuni con poche migliaia di abitanti, mentre sono maggiori le difficoltà per una cittadina popolosa come la nostra. V’è però un’altra idea che potremmo mettere in atto: conferire un piccolo premio per chi porta i rifiuti ingombranti direttamente in discarica”.
Conferma l’aumento T.A.R.S.U. per alcune categorie di commercianti, quali ristoratori e ortofrutticoli?
“Nel 2010, contemplando questa volta gli indici di produttività dei rifiuti solido-urbani, è stato rifatto il regolamento riguardante le varie categorie, e tra queste ve ne sono alcune che producono chiaramente più spazzatura”.
Proseguiranno i controlli a tappeto effettuati dall’Ufficio Politiche Tariffarie?
“Al momento il 90% dei cittadini paga la T.A.R.S.U.. Stanno facendo dei controlli incrociati tra il catasto e i vari immobili per rintracciare ulteriori evasori ed elusori”.
Carmine Apice
Articolo già pubblicato sull’edizione cartacea in edicola il 9 Febbraio 2011




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono