Intercettate opere abusive del valore di 400.000 euro

Torre del Greco – Prosegue l’opera di prevenzione e controllo dei Carabinieri del Servizio Navale di Torre del Greco agli ordini del Comandante Luogotenente Vincenzo Amitrano e del Capitano Pierluigi Buonomo, Comandante della Compagnia corallina, alle strutture turistico balneari del litorale costiero di Portici, Ercolano, Torre del Greco, Torre Annunziata, Castellammare di Stabia fino a Vico Equense.
Nei primi giorni di Luglio i “Carabinieri del mare” hanno effettuato già numerose ispezioni sugli stabilimenti balneari e complessi di piscine,in collaborazione con una “Task force” composta da personale della Capitaneria di porto del Capitano di Fregata Gaetano Angora, Vigili urbani del Capitano Nunzio Gaglione e U.O.P.C. A.S.L.NA5 del Dott. Vincenzo Sportiello di Torre del Greco, senza riscontrare violazioni in materia di sicurezza della balneazione. I lidi della Litoranea finora ispezionati sono stati trovati in regola e in ottimo stato sotto il profilo igienico sanitario.
Nel contesto di tale attività di contrasto agli illeciti in materia ambientale e della sicurezza balneare in generale, i “Carabinieri del mare”, con l’impiego della Motovedetta d’altura CC. N517, hanno scoperto però la costruzione di 11 cabine ed un solarium di 400 mq costruiti abusivamente su un’area sottoposta a vincolo paesaggistico a confine con l’arenile demaniale marittimo del “Lido Smeraldo” della famosissima e storica località di Torre di Bassano della Litoranea di Torre del Greco.
Tutti i manufatti abusivi del valore di circa 400.000 Euro sono stati sottoposti a sequestro ed il gestore e il proprietario del terreno sono stati deferiti alla Procura della Repubblica del Tribunale di Torre Annunziata per i reati di costruzione abusiva, violazione di vincoli paesaggistici e innovazioni abusive su suolo demaniale marittimo.
Nel dettaglio si tratta di un imprenditore di anni 48 R.E.G., già noto alle Forze dell’ordine, e di un libero professionista di anni 33 G. A. Entrambi rischiano una condanna dell’arresto fino a due anni e l’ammenda da Euro 30.986 a 103.290.
I controlli dei “Carabinieri del mare” del Comandante Vincenzo Amitrano continueranno senza soluzione di continuità nell’ambito di tutto il Golfo di Napoli con l’impiego anche di un battello pneumatico veloce che effettuerà particolari servizi di vigilanza per la balneazione durante tutta la stagione estiva. Per richiedere l’intervento anche dei Carabinieri del mare è sufficiente chiamare il 112 da qualsiasi telefono e la chiamata è gratuita.




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono