Era una statua risalente al 1700. Il parroco: “E’ un sacrilegio”

Torre del Greco – Colpito il cuore religioso di Torre del Greco. Nella centralissima chiesa di Santa Maria del Carmine, infatti, è stata rubata nei giorni scorsi la statua del Bambinello risalente al 1700. La statua settecentesca, rappresentante Gesù in fasce, era posizionata tra le braccia della Vergine, ora vuote. Il Bambinello, era tornato al suo posto dopo 50 anni; infatti, dallo scorso 16 luglio, i fedeli sono tornati ad ammirare la statua sacra, in occasione dei festeggiamenti per la Madonna del Carmine.
Si grida al sacrilegio a piazza Luigi Palomba: “Siamo di fronte a un atto di profonda inciviltà – afferma don Mario Pasqua, parroco della chiesa – che non può essere semplicisticamente catalogato come furto. Si tratta di un vero e proprio atto sacrilego". I fedeli e lo stesso don Mario, hanno già avviato le procedure per ritornare in possesso della statua.
Una profanazione, quella compiuta da ignoti, che tiene in apprensione un’intera comunità ecclesiale, che attende di riempire di nuovo le braccia della Vergine con la storica effige.

Andrea Scala




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono