I motivi del disaccordo: mancanza di igiene e di istruzione

Scatta la protesta al plesso scolastico"Giovanni Falcone": le mamme degli scolaretti manifestano per l’inserimento di 6 bambini rom in classe. Nei giorni scorsi un numeroso gruppo di mamme si è infatti mobilitato per manifestare fuori all’istituto situato nei pressi del colle di Sant’Alfonso. Il motivo è preciso: l’apertura della scuola a 6 bambini rom. A prendere tale decisione è stata la preside Maria Josè Abilitato, la quale ha aderito al progetto approvato dalla chiesa dei Padri redentoristi supportati da padre Orazio Morra. Le proteste sono iniziate il 2° giorno che i bambini rom erano a scuola. I genitori discutono sul fatto che i bambini, di età differente, siano stati messi tutti in quarta classe anche se alcuni di loro non sanno nè leggere nè scrivere. La questione preoccupa i genotori perchè ciò, secondo loro, rischia di causare il rallentamento del programma scolastico. A preoccupare le mamme è in oltre anche l’aspetto sanitario: a loro avviso, non è certo che i bambini siano in regola con le vaccinazioni. La dirigente scolastica però per rassicurare le mamme contatterà l’ufficio Medicina dell’ Asl per effettuare il richiamo di alcune terapie. Per quanto riguarda il programma di inserimento dei minori, padre Orazio Morra ha fatto sapere che è stato istituito un programma di doposcuola per un recupero agevolato.

Sabrina Mazza




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono