Quando la corrispondenza non arriva al destinatario, le cause possono essere molteplici

Torre del Greco – Capita a molti di essere vittime di servizi pubblici mal erogati. Avete mai provato a risolvere un problema con Telecom chiamando il 187? E poi richiamare, parlare con un altro operatore, rispiegare tutto infinite volte? Non è solo la compagnia telefonica più amata/odiata dagli italiani ad essere sotto accusa per i disservizi creati. Le lamentale sono copiose ovunque, dal settore bancario ai trasporti ferroviari e non fa eccezione nel lungo elenco Poste Italiane.
Dai piccioni viaggiatori a Internet, il mondo della comunicazione è cambiato, ma l’utilizzo della classica corrispondenza resta un baluardo resistente anche a Torre del Greco, dove i disagi legati alle Poste si riscontrano nella mancata assistenza in caso di reclami e all’insufficienza del numero degli sportelli. La "maglia nera" è però data allo smarrimento e al ritardo della corrispondenza.
Qui le colpe sembrano dividersi tra Poste Italiane e clienti.
Dalle Poste fanno sapere che una toponomastica inesatta, abitazioni senza numero civico o con numero sbagliato, la mancanza di cassette postali, cambi di residenza non comunicati, non permettono agli operatori di espletare il proprio lavoro. Certo è che l’idea di postini a tempo determinato, che nel ruotare da una zona all’altra non imparano subito indirizzi e famiglie, non aiuta a risolvere il problema: ma esseri noti al postino di fiducia non è garanzia di un servizio efficiente!
Se da un lato l’azienda si impegna al recapito della corrispondenza, dall’altra si devono assicurare tutte le condizioni necessarie affinché il servizio possa essere svolto in modo corretto: il mittente deve indicare in modo chiaro e completo l’indirizzo del destinatario (nome e cognome, via, piazza o altro; numero civico, scala, località e codice di avviamento postale). In caso contrario gli invii con indirizzo inesatto o insufficiente, vengono recapitati solo quando risulta possibile individuare il destinatario in modo certo e senza particolari difficoltà, altrimenti vengono restituiti al mittente.
Caterina A. Stuppia




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono