Tanti i disagi per i lavoratori del mare

Torre del Greco – Numerosi i danni all’economia che le problematiche ampiamente discusse negli ultimi giorni dai media, stanno apportando a moltissime province d’Italia, disagi che colpiscono soprattutto la classe dei lavoratori del mare che, con l’aumento del prezzo del gasolio, salito alle stelle, sono da giorni in standby in attesa che all’orizzonte ci siano novità per poter riprendere il mare. Anche la città del corallo in questi giorni ha aderito allo sciopero per il caro gasolio: sono diversi, infatti, i cartelloni sorti sulla banchina di levante o affissi direttamente sulle barche dei pescatori, che annunciano giorni di sciopero per l’impossibilità di poter lavorare con dei costi così alti. Uno dei cartelloni più eloquenti riportava questo messaggio "Scipero per morti di fame". E così barche e pescatori restano fermi nel porto senza poter svolgere il proprio lavoro, una condizione, questa, che sicuramente influenzerà il mercato ittico, une delle risorse più importanti dell’economia torrese.
Paola Russo




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono