Manifestanti sul tetto minacciano il suicidio. Martedì, al corallo, consiglio intercomunale

Torre del Greco – Continua l’occupazione dell’ospedale Maresca. Dopo il reparto maternità, anche la direzione sanitaria è stata invasa dai manifestanti. La protesta che va avanti da tre giorni, ha impedito la chiusura dei reparti materno – infantile, che era prevista per il primo ottobre. Tuttavia i reparti in questione, non sono funzionanti e sono attualmente occupati da un gruppo di donne.
I risultati sperati, però, non sono arrivati. Infatti, non si è avuto l’incontro con le istituzioni e le risposte che i manifestanti attendevano. Per questo motivo, ieri quattro donne, sono salite sul tetto del presidio ospedaliero, e incatenandosi tra loro hanno minacciato di suicidarsi se la situazione non fosse cambiata. L’intervento della Digos ha riportato la calma, riportando giù le donne.
L’appuntamento con le istituzioni è fissato per Martedì 5 ottobre alle ore 19:00, presso il Multisala “Corallo” di Torre del Greco, dove si terrà un’assemblea cittadina indetta dalle amministrazioni comunali di Torre del Greco, Ercolano, Portici e San Giorgio a Cremano sul tema "Chiusura reparti di urgenza ed emergenza dell’Ospedale Maresca. Analisi e prospettive". Il consiglio intercomunale vedrà la presenza dei quattro sindaci delle città coinvolte. L’invito è stato esteso anche al Presidente della Regione Campania Stefano Caldoro, al Presidente della Provincia Luigi Cesaro, al manager dell’ASL NA 3 sud Vittorio Russo, al presidente della commissione sanità regionale Michele Schiano ed a Giuseppe Zuccatelli, autore del piano ospedaliero regionale e sub commissario della sanità campana.
Continua, invece, per le strade torresi l’informazione ai cittadini, con il presidio di piazza Santa Croce che raccoglie firme e distribuisce materiale alla cittadinanza.

Andrea Scala




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono