Inevitabile i pro ed i contro di questo evento

(a) Torre del Greco – Si è svolta sabato 26 giugno la Notte Bianca di Torre del Greco. Inevitabile i pro ed i contro di questo evento. Buona l’affluenza di pubblico: gli artigiani che hanno posizionato gli stand lungo le strade chiuse al traffico sono rimasti soddisfatti del riscontro pubblicitario che hanno avuto grazie all’evento. Soddisfatta anche la Pro Loco: "E’ andato tutto bene. L’unico neo della manifestazione è stato il passaggio di alcune automobili in via Colamarino che, da programma, doveva essere chiusa al traffico", ha spiegato Antonio Pacilio, presidente dell’associazione. "E’ stata colpa dei cittadini indisciplinati", così Domenico Maida, Assessore alle Attività Economiche e Produttive, ha giustificato l’inconveniente. "Il bilancio è tutto sommato positivo – ha affermato Silvestro Serpe, proprietario della gioielleria Serpe e componente del direttivo Ascom, col quale l’Amministrazione si è interfacciata – bisognerebbe curare di più la comunicazione. Auspico che vengano
realizzati altri eventi simili". "Intendiamo continuare la collaborazione con l’Amministrazione comunale per la realizzazione di questo tipo di eventi – ha affermato Franco Costabile, proprietario del negozio Piccoli Idoli e altro componente del direttivo Ascom – si dovranno però rivedere dei particolari. Tra questi, la selezione di Miss Italia
che ha distolto i cittadini da altre iniziative che si sono tenute contemporaneamente lungo le strade cittadine; sarebbe opportuno scindere le selezioni di Miss Italia dalla Notte Bianca". Ed è proprio la sfilata delle aspiranti
miss ad essere stata criticata, non solo per il potere attrattore che ha determinato un momentaneo sfollamento delle zone limitrofe a via Veneto, ma anche per le scenografie che riportavano la dicitura "Miss Italia 2009". Tuttavia l’assessore Maida ci ha spiegato che ancora non è stata ufficializzata la grafica dell’edizione 2010 del
concorso e che il comune ha acquistato l’evento per la cifra di 14.000 euro (IVA esclusa), per cui l’organizzazione del concorso è di pertinenza dell’agente che lo ha venduto. Tuttavia l’assessore promotore dell’evento si dichiara soddisfatto dagli esiti della manifestazione: "La conquista emersa da questa serata è che dallo scetticismo iniziale siamo passati ad uno stato di entusiasmo. C’è stato qualche piccolo inconveniente: nonostante siano stati invitati assessori e consiglieri, sia di maggioranza che di opposizione,
in pochi hanno aderito. Sono rammaricato per la scersa collaborazione di alcuni commercianti".
M.C.Izzo
 
Articolo già pubblicato sull’edizione cartacea in edicola il 7 luglio 2010




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono