I Carabinieri del Nucleo Radiomobile del Reparto Operativo di Napoli nel corso di un intervento d’urgenza effettuato ieri sera hanno tratto in arresto per tentata estorsione il 59enne Alfredo Balestrieri, del rione Stella, resosi responsabile di tentata estorsione a un utente della strada che aveva parcheggiato l’auto nei pressi dei giardinetti di via Ruoppolo per andare a fare un giro per il Vomero con la ragazza.

Al suo arrivo, appena sistemata la vettura, il malcapitato, un 32enne napoletano, è stato avvicinato da Balestrieri che ha esordito:- sono il parcheggiatore. Mi devi dare 3 euro.
Al rifiuto del signore, Balestrieri lo ha dapprima minacciato di aggressione fisica per poi ribadire che lui era il parcheggiatore della zona e che doveva avere i 3 euro, altrimenti gli avrebbe danneggiato o fatto sparire la vettura.
Il 32enne, spaventato, non si è allontanato e ha chiamato il 112 per chiedere l’intervento dell’Arma.
Mentre la vittima parlava con la Centrale, il parcheggiatore abusivo guardava con insistenza la targa e ha ribadito la richiesta ma poi, quando la gazzella ha imboccato via Kauffman e si stava avvicinando, si è allontanato velocemente a piedi inoltrandosi nella zona pedonale dei giardinetti di via Ruoppolo.

Chieste e ottenute veloci indicazioni sulle fattezze somatiche e l’abbigliamento del malfattore, i CC di pattuglia si sono divisi i compiti: uno è rimasto con la vittima e la ragazza osservando la zona, l’altro si è diretto dalla parte opposta dei giardinetti ove ha intercettato Balestrieri mentre si stava allontanando cercando di passare inosservato in mezzo a famiglie e bambini a passeggio.
L’uomo, che non ha opposto resistenza, è stato sottoposto a perquisizione personale. Nelle tasche aveva 13 euro in monete di vario taglio ritenute provento dell’attività abusivamente esercitata fino ad allora.
Oggi sarà processato con il rito direttissimo.




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono