La polizia indaga e blocca una celebrazione

Fermati dalla polizia quasi al momento del “si” . Si tratta di una coppia composta da un cittadino straniero K.J. di 30 anni ed una donna torrese di 41 anni – con tre figli –, entrambi si erano recati al comune per celebrare il matrimonio, ma giunti sul posto hanno invece trovato alcuni agenti del locale commissariato di Polizia che, avendo avuto conferma della clandestinità di K.J. hanno tempestivamente impedito il proseguimento del matrimonio. Lo straniero è stato poi condotto prima negli uffici del commissariato di Via Marconi e poi successivamente è stato accompagnato alla questura di Napoli dove si deciderà come intervenire nei suoi confronti. Molto probabile che ne sia poi decisa l’espulsione. Sempre in seguito alle indagini condotte dagli uomini della Polizia, ci sono anche altri casi sospetti di unioni fasulle, fra questi un matrimonio che addirittura è stato impedito dai precedenti penali dello “sposo” che, a breve distanza dal matrimonio è stato arrestato per il coinvolgimento in fatti legati all’uso di sostanze stupefacenti, e per questo trattenuto nelle carceri di Milano. Naturalmente le indagini per scovare i finti matrimoni proseguiranno ancora.
Paola Russo




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono