A pochi giorni dalla fine della bella stagione, il litorale ritorna in serie b

Torre del Greco – Spiagge sporche, spazzatura sui marciapiedi e aiuole mal curate. Questa la descrizione del litorale corallino a pochi giorni dalla fine della stagione estiva. Dopo il rifacimento del look e la corsa contro il tempo per finire i lavori di restauro prima che i lidi aprissero per ospitare i bagnanti, ritorna il degrado sul lungomare di Torre del Greco. I numerosi controlli degli agenti di Polizia Municipale, il lavoro dei volontari per ripulire le spiagge e l’istallazione dei bidoni per la spazzatura avevano reso il litorale, durante gli scorsi mesi estivi, pulito ed accogliente per chi sceglieva di trascorrere qualche ora in riva al mare. Con l’arrivo dell’autunno, tutto il lavoro effettuato negli scorsi mesi, sembra essere andato in fumo. E’ un litorale irriconoscibile quello che attualmente si presenta ai cittadini. Gli incoraggianti dati arrivati dall’ARPAC, che hanno registrato un netto calo batteriologico di Enterococchi Intestinali ed Escheria Coli nelle acque della costa torrese, dovrebbero essere una motivazione per curare al massimo il litorale, per ottenere l’agognata bandiera blu, che indica la balneabilità del mare. Con l’arrivo della stagione autunnale, il litorale ritorna in serie b. Una gravissima mancanza da parte dell’amministrazione per una città che, a fatica, cerca di puntare sul turismo.

Andrea Scala




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono