LETTERA APERTA

(a) Torre del Greco – “Per il Sindaco Borriello Torre del Greco parte dai confini di Ercolano, e termina nella sua zona di Sant’Antonio”, queste le parole di Giuseppe Stasio, segretario dei Giovani Democratici torresi. L’accusa che i Giovani Democratici muovono al Primo cittadino, Ciro Borriello, è quella di aver abbandonato la zona Litoranea favorendone pessime condizioni. Lo “sceriffo” Borriello, che in passato tanto ha fatto per contrastare l’illegalità, sembra oggi aver perso colpi. La documentazione fotografica raccolta dai giovani esponenti del Partito Democratico di Torre del Greco non lascia spazio a dubbi: bancarelle abusive, spazi del marciapiede occupati da privati e auto costantemente in doppia fila sono solo alcuni esempi degli scempi che si stanno consumando in questi giorni lungo il nostro litorale. Per non parlare dei lavori di ristrutturazione che vengono costantemente effettuati per evitare pericolosi crolli del marciapiede. “Presenteremo, grazie al nostro gruppo consiliare, un’interpellanza al prossimo consiglio comunale in merito alla questione”, annuncia Stasio, che spera che la mancanza di controlli non sia dovuta alla campagna elettorale che fra pochi mesi interesserà la città e a cui il Sindaco ha assicurato, già da mesi, la sua assenza.
Carmine Apice
Articolo già pubblicato sull’edizione cartacea in edicola il 27 luglio 2011




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono