Cittadinanza

Anche per Torre del Greco il 15 ottobre è stata giornata di mobilitazione: circa una trentina di indignados si sono dati appuntamento in piazza Santa Croce per unirsi idealmente all’omonima manifestazione internazionale che nello stesso giorno ha interessato numerose capitali occidentali e asiatiche. Figlia della protesta spagnola del 15 maggio scorso, quella di sabato è stata emblematicamente denominata “giornata internazionale della rabbia”: indignati di ogni parte del mondo hanno manifestato contro il sistema politico ed economico mondiale dominato da partiti, banche e lobby. Nel corso della manifestazione torrese è stata simulata una riunione del consiglio comunale durante la quale i partecipanti alla protesta hanno avuto la possibilità di esporre i problemi della città e allo stesso tempo offrire soluzioni. É in fondo questa l’idea sottesa al movimento degli indignados: dimostrare che è possibile ottenere una democrazia diretta, meno rappresentativa e più partecipativa. Hanno preso parte alla protesta appartenenti al Forum della Gioventù, al Comitato Pro Maresca, alla Bottega Le Tribù, al Movimento cinque stelle, e altri volontari di associazioni di quartiere. Grazie al successo riscosso dalla manifestazione è stato possibile organizzare già una seconda assemblea per permettere ai cittadini torresi di appropriarsi finalmente della città.
Rita d’Agostino
 
Articolo già pubblicato sull’edizione cartacea il 26 ottobre 2011




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono