Nove i colpevoli individuati dai carabinieri del mare

Torre del Greco – Continua l’attività dei carabinieri del mare che, nonostante l’estate volga al termine, continuano a registrare irregolarità sulle coste torresi. I carabinieri del servizio navale, agli ordini del luogotenente Vincenzo Amitrano e del capitano Pierluigi Buonomo, hanno individuato delle imbarcazioni che procedevano spediti a velocità superiori ai 25 nodi in un’area compresa tra i 200 e i 500 metri dalla spiaggia antistante la litoranea. Nove le persone colpevolizzate: un 42enne di San Potito Sannitico, un 65enne ed un 61enne di Napoli, un 24enne di Castellammare, un 37enne di San Giorgio, un 33enne di Pollena Trocchia, un 40enne ed un 50enne di Somma Vesuviana ed un 50enne di Torre del Greco. I carabinieri del mare hanno poi proseguito con la perquisizione di 98 tra yacht di lusso ed imbarcazioni da diporto ed hanno individuato un cambio di identità: un 49enne di Torre Annunziata, già noto alle forze dell’ordine, aveva sostituito un marittimo appartenente all’equipaggio della sua imbarcazione con un operaio 56enne che al momento della perquisizione ha dichiarato false generalità per mascherare il reato di arruolamento nell’equipaggio di una persona non avente le caratteristiche necessarie per farne parte. Inoltre, l’imbarcazione era sprovvista delle dotazioni obbligatorie. Infine, i carabinieri del mare hanno scoperto un altro pescatore di frodo: si tratta di un 72enne, già noto alle forze dell’ordine, che stava per mettere sul mercato 80 Kg di cozze pescate in acque inquinate.

M.C.Izzo




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono